Frasi di Italo Calvino

Italo Calvino photo
320   108

Italo Calvino

Data di nascita: 15. Ottobre 1923
Data di morte: 19. Settembre 1985

Pubblicità

Italo Calvino è stato uno scrittore e partigiano italiano.

Intellettuale di grande impegno politico, civile e culturale, è stato uno dei narratori italiani più importanti del secondo Novecento. Ha seguito molte delle principali tendenze letterarie a lui coeve, dal Neorealismo al Postmoderno, ma tenendo sempre una certa distanza da esse e svolgendo un proprio personale e coerente percorso di ricerca. Di qui l'impressione contraddittoria che offrono la sua opera e la sua personalità: da un lato una grande varietà di atteggiamenti che riflette il vario succedersi delle poetiche e degli indirizzi culturali nel quarantennio fra il 1945 e il 1985; dall'altro, invece, una sostanziale unità determinata da un atteggiamento ispirato a un razionalismo più metodologico che ideologico, dal gusto dell'ironia, dall'interesse per le scienze e per i tentativi di spiegazione del mondo, nonché, sul piano stilistico, da una scrittura sempre cristallina e a volte, è stato sostenuto, classica.

I numerosi campi d'interesse toccati dal suo percorso letterario sono meditati e raccontati attraverso capolavori quali la trilogia de I nostri antenati, Marcovaldo, Le cosmicomiche, Se una notte d'inverno un viaggiatore, uniti dal filo conduttore della riflessione sulla storia e la società contemporanea.

Autori simili

Guido del Giudice photo
Guido del Giudice1
scrittore italiano
Giorgio Falco photo
Giorgio Falco14
scrittore italiano
Pino Roveredo photo
Pino Roveredo3
scrittore italiano
Tullio Avoledo photo
Tullio Avoledo22
scrittore italiano
Tommaso Giartosio photo
Tommaso Giartosio24
scrittore italiano
Enrico Brizzi photo
Enrico Brizzi75
scrittore italiano
Marco Malvaldi photo
Marco Malvaldi98
scrittore italiano
Antonio Pennacchi photo
Antonio Pennacchi34
scrittore italiano
Matteo Bortolotti photo
Matteo Bortolotti9
scrittore italiano

Frasi Italo Calvino

„A volte il fare uno scherzo cattivo lascia un gusto amaro, e Pin si trova solo a girare nei vicoli, con tutti che gli gridano improperii e lo cacciano via. Si avrebbe voglia d’andare con una banda di compagni, allora, compagni cui spiegare il posto dove fanno il nido i ragni, o con cui fare battaglie con le canne, nel fossato. Ma i ragazzi non vogliono bene a Pin: è l’amico dei grandi, Pin, sa dire ai grandi cose che li fanno ridere e arrabbiare, non come loro che non capiscono nulla quando i grandi parlano. Pin alle volte vorrebbe mettersi coi ragazzi della sua età, chiedere che lo lascino giocare a testa e pila, e che gli spieghino la via per un sotterraneo che arriva fino in piazza Mercato.
Ma i ragazzi lo lasciano a parte, e a un certo punto si mettono a picchiarlo; perché Pin ha due braccine smilze smilze ed è il più debole di tutti. Da Pin vanno alle volte a chiedere spiegazioni su cose che succedono tra le donne e gli uomini; ma Pin comincia a canzonarli gridando per il carrugio e le madri richiamano i ragazzi: – Costanzo! Giacomino! Quante volte te l’ho detto che non devi andare con quel ragazzo cosi maleducato! Le madri hanno ragione: Pin non sa che raccontare storie d’uomini e donne nei letti e di uomini ammazzati o messi in prigione, storie insegnategli dai grandi, specie di fiabe che i grandi si raccontano tra loro e che pure sarebbe bello stare a sentire se Pin non le intercalasse di canzonature e di cose che non si capiscono da indovinare. E a Pin non resta che rifugiarsi nel mondo dei grandi, dei grandi che pure gli voltano la schiena, dei grandi che pure sono incomprensibili e distanti per lui come per gli altri ragazzi, ma che sono più facili da prendere in giro, con quella voglia delle donne e quella paura dei carabinieri, finché non si stancano e cominciano a scapaccionarlo. Ora Pin entrerà nell’osteria fumosa e viola, e dirà cose oscene, improperi mai uditi a quegli uomini fino a farli imbestialire e a farsi battere, e canterà canzoni commoventi, struggendosi fino a piangere e a farli piangere, e inventerà scherzi e smorfie cosi nuove da ubriacarsi di risate, tutto per smaltire la nebbia di solitudine che gli si condensa nel petto le sere come quella".“

—  Italo Calvino
The Path to the Spiders' Nests

Pubblicità

Help us translate English quotes

Discover interesting quotes and translate them.

Start translating

„Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Etiam egestas wisi a erat. Morbi imperdiet, mauris ac auctor dictum.“

Anniversari di oggi
Antonio Gramsci photo
Antonio Gramsci81
politico, filosofo e giornalista italiano 1891 - 1937
Chiara Lubich photo
Chiara Lubich30
attivista (attivista cattolica) 1920 - 2008
Abbé Pierre photo
Abbé Pierre15
presbitero francese 1912 - 2007
Carlo Mazzacurati photo
Carlo Mazzacurati3
regista italiano 1956 - 2014
Altri 80 anniversari oggi
Autori simili
Guido del Giudice photo
Guido del Giudice1
scrittore italiano
Giorgio Falco photo
Giorgio Falco14
scrittore italiano
Pino Roveredo photo
Pino Roveredo3
scrittore italiano
Tullio Avoledo photo
Tullio Avoledo22
scrittore italiano
Tommaso Giartosio photo
Tommaso Giartosio24
scrittore italiano