„Un gentiluomo […] è tale stando in terra come stando in cima agli alberi […] se si comporta rettamente.“

Origine: Il barone rampante, p. 67

Estratto da Wikiquote. Ultimo aggiornamento 11 Settembre 2021. Storia
Italo Calvino photo
Italo Calvino320
scrittore italiano 1923 - 1985

Citazioni simili

Stephen Crane photo
Woody Allen photo

„Passa un ambulante vendendo pretzel caldi. È attaccato dai cani e inseguito su un albero. Purtroppo per lui, ci sono altri cani in cima all'albero.“

—  Woody Allen regista, sceneggiatore, attore, compositore, scrittore e commediografo statunitense 1935

2004
Effetti collaterali (Side Effects), Reminiscenze: luoghi e persone

Charles Dickens photo
Norodom Sihanouk photo
Frank Lloyd Wright photo
Andrzej Sapkowski photo
Publio Virgilio Marone photo

„O Dei, allontanate dalla terra un tale flagello!“

—  Publio Virgilio Marone, Eneide

III, 620
Dî, talem terris avertite pestem!
Eneide

Erri De Luca photo
Lucimar Ferreira da Silva photo
Stanley Baldwin photo
Marcello Marchesi photo

„Un gentiluomo lucida anche le suole.“

—  Marcello Marchesi comico, sceneggiatore e regista italiano 1912 - 1978

Origine: Il malloppo, p. 53

„Dio è un gentiluomo. Preferisce le bionde.“

—  Joe Orton drammaturgo inglese 1933 - 1967

Senza fonte

François de La  Rochefoucauld photo

„Il vero gentiluomo è quello che non si picca di nulla.“

—  François de La Rochefoucauld scrittore, filosofo e aforista francese 1613 - 1680

203
Massime, Riflessioni morali
Origine: Citato in Aa. Vv., [//books.google.it/books?id=DZa3AAAAQBAJ&pg=PT0 Dizionario delle citazioni], BUR, Milano, 2013, § 2157. ISBN 978-88-58-65464-4

William Shakespeare photo

„Il principe delle tenebre è un gentiluomo.“

—  William Shakespeare, Re Lear

Edgardo, atto III, scena III; traduzione di Carlo Rusconi, Cugini Pomba e comp http://books.google.it/books?id=Zv4VAAAAYAAJ&pg=PA55&dq=Il+principe+delle+tenebre+%C3%A8+un+gentiluomo.&cd=4#v=onepage&q=Il%20principe%20delle%20tenebre%20%C3%A8%20un%20gentiluomo.&f=false, 1852
Re Lear

„Il potere reale è come un grande albero frondoso; se gli spunti la cima o gli tagli i rami più grossi, e gli lasci stare gli altri rami e la radice, crescerà ancora e riprenderà nuova forza.“

—  Gerrard Winstanley religioso e politico britannico 1609 - 1676

da A new year's gift for the parliament and army, 1649
Origine: citato in George Rudé, Robespierre, traduzione di Maria Lucioni, Editori Riuniti, Milano 1981.

Umberto Eco photo
Melisso di Samo photo

„Questo che abbiamo detto è dunque massima prova che l'essere è soltanto uno. Ma sono prove anche le seguenti. Se ci fossero molte cose dovrebbero essere così come io dico che è l'uno. Infatti se c'è la terra e l'acqua e l'aria e il fuoco e il ferro e l'oro e una cosa è viva e l'altra è morta e nera e bianca e quante altre cose gli uomini dicono essere, se dunque tutto questo esiste e noi rettamente vediamo e udiamo, bisogna che ciascuna cosa sia tale quale precisamente ci parve la prima volta e che non muti ne diventi diversa, ma che ciascuna sempre sia quale precisamente è. Ora noi diciamo di vedere udire intendere rettamente. Invece ci sembra il caldo diventi freddo e il freddo caldo, il duro molle e il molle duro e che il vivente muoia e venga dal non vivente e che tutte queste cose si trasformino e che ciò che era e ciò che è ora per nulla siano uguali; anzi che il ferro che pure è duro, si logori a contatto col dito e così l'oro e le pietre e ogni altra cosa che sembra essere resistente, e che all'inverso la terra e le pietre vengano dall'acqua. Cosicché ne viene di necessità che noi ne vediamo ne conosciamo la realtà. Perché non c'è certo accordo in questo. Mentre infatti diciamo che le cose sono molte ed eterne e che hanno certi aspetti e resistenza, ci sembra che tutto si trasformi e si muti da quel che ogni vola l'occhio ci fa vedere. È chiaro dunque che non rettamente vedevamo e che quelle cose non rettamente sembrano essere molteplici; infatti non si trasformerebbero se fossero reali, ma ciascuna sarebbe tale quale precisamente sembrava. Ma se si trasforma ecco che l'essere perì e il non essere nacque. Così se ci fosse il molteplice esso dovrebbe essere tale quale è appunto l'uno.“

—  Melisso di Samo filosofo e militare greco antico -470 - -430 a.C.

frammento 8
Frammenti di Sull'essere (titolo convenzionale)

Victor Hugo photo
William Somerset Maugham photo

„È molto difficile, essere un gentiluomo e uno scrittore.“

—  William Somerset Maugham scrittore e commediografo britannico 1874 - 1965

Lo scheletro nell'armadio

Edwin Hubbell Chapin photo

Argomenti correlati