Frasi sul futuro

Una raccolta di frasi e citazioni sul tema sogni, futuro, passato, vita.

Migliori frasi sul futuro

Questa traduzione è in attesa di revisione. È corretto?
Confucio photo

„Studia il passato se vuoi definire il futuro.“

—  Confucio filosofo cinese -551 - -479 a.C.

Abraham Lincoln photo

„La miglior cosa del futuro è che arriva un giorno alla volta.“

—  Abraham Lincoln 16º Presidente degli Stati Uniti d'America 1809 - 1865

Origine: Citato in Focus, n. 113, p. 129

Khalil Gibran photo

„Spesso ci indebitiamo con il futuro per pagare i debiti con il passato.“

—  Khalil Gibran poeta, pittore e filosofo libanese 1883 - 1931

Sabbia e spuma

Eleanor Roosevelt photo

„Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni.“

—  Eleanor Roosevelt attivista e first lady statunitense 1884 - 1962

Attribuite
Origine: Citato in Mario Grasso, Punti di vista, FrancoAngeli, Milano, 2001, p. 30 http://books.google.it/books?id=08Td-bVxbTwC&pg=PA30#v=onepage&q&f=false. ISBN 88-464-3200-2
Origine: Secondo Ralph Keyes, in The Quote Verifier, Macmillan, 2007, non esistono prove che Eleanor Roosevelt abbia mai scritto o pronunciato tale frase: gli archivisti della biblioteca presidenziale "Franklin D. Roosevelt" in Hyde Park, a New York, non sono stati in grado di rintracciare tale citazione in alcuno degli scritti della First Lady.

Gue Pequeno photo

„Resto qua che ti senti al sicuro e ci scordiamo che siamo senza futuro.“

—  Gue Pequeno rapper italiano 1980

da Rose nere
Bravo Ragazzo

Claudio Baglioni photo

„Il passato è sale, si scioglie per dare sapore al futuro.“

—  Claudio Baglioni cantautore italiano 1951

Q.P.G.A.

Tutte frasi sul futuro

Un totale di 1760 frasi futuro, il filtro:

Nicholas Sparks photo
Dalai Lama photo
John Green photo
Questa traduzione è in attesa di revisione. È corretto?
Malcolm X photo
Quinto Orazio Flacco photo

„Cogli il giorno presente confidando il meno possibile nel futuro.“

—  Quinto Orazio Flacco poeta romano -65 - -8 a.C.

I, 11, 8

Antonio Gramsci photo
Papa Giovanni Paolo II photo
Mario Soldati photo
John Maynard Keynes photo
Greta Thunberg photo
John Green photo
Pablo Picasso photo

„I miei quadri, finiti o no, sono le pagine del mio diario e sono validi in quanto tali. Il futuro sceglierà le pagine che preferirà. Non spetta a me di farlo. Io ho sempre operato per il presente.“

—  Pablo Picasso pittore, scultore e litografo spagnolo 1881 - 1973

Origine: Citato in L'Indicatore, La Fiera Letteraria, aprile 1973, p. 5.

Giorgio Almirante photo
Woody Allen photo
Ronald Laing photo

„Se la specie umana sopravviverà, gli uomini del futuro considereranno la nostra epoca illuminata, immagino come un vero e proprio secolo d'oscurantismo. Saranno indubbiamente capaci di apprezzare l'ironia di questa situazione in modo più divertente di noi. È di noi che rideranno. Sapranno che ciò che noi chiamiamo schizofrenia era una delle forme sotto cui – spesso per il tramite di gente del tutto ordinaria – la luce ha cominciato a filtrare attraverso le fessure delle nostre menti chiuse. La follia non è necessariamente un crollo (breakdown); essa può essere anche una apertura (breakthrough)… L'individuo che fa l'esperienza trascendentale della perdita dell'ego può e non può perdere l'equilibrio, in diversi modi. Può allora essere considerato come pazzo. Ma essere pazzo non è necessariamente essere malato, anche se nel nostro mondo i due termini sono diventati complementari… Dal punto di partenza della nostra pseudosalute mentale tutto è equivoco. Questa salute non è una vera salute. La pazzia dei nostri pazienti è un prodotto della distruzione che imponiamo a loro e che essi impongono a se stessi. Nessuno immagini che ci imbattiamo nella vera pazia, cosí come non siamo veramente sani di mente. La pazzia con cui abbiamo a che fare è un grossolano travestimento, una falsa apparenza, una grottesca caricatura di ciò che potrebbe essere la guarigione naturale da questa strana integrazione. La vera salute mentale implica in un modo o nell'altro la dissoluzione dell'ego normale…“

—  Ronald Laing psichiatra scozzese 1927 - 1989

da La politica dell'esperienza; citato in Gilles Deleuze e Félix Guattari, L'Anti-Edipo, traduzione di Alessandro Fontana, Einaudi, 2002, p. 147

Francois Rabelais photo

„Che se la sete non è presente, bevo per la sete futura.“

—  Francois Rabelais, libro Gargantua e Pantagruel

libro I, cap. V; 1925
Gargantua e Pantagruele

Paul Valéry photo
Osamu Tezuka photo
Michel Houellebecq photo
Giovanni Amendola photo
Fabio Fazio photo
Fabri Fibra photo
Khalil Gibran photo

„E quando addentate una mela, ditele nel vostro cuore: I tuoi semi vivranno nel mio corpo, i tuoi germogli futuri sbocceranno nel mio cuore, la loro fragranza sarà il mio respiro, e insieme gioiremo in tutte le stagioni…“

—  Khalil Gibran poeta, pittore e filosofo libanese 1883 - 1931

Il Profeta
Origine: Citato in Anna Villarini, ‎Giovanni Allegro, Prevenire i tumori mangiando con gusto, Sperling & Kupfer, Milano, 2010, p. 239. ISBN 978-88-200-4681-1

Andy Warhol photo

„Nel futuro ognuno sarà famoso al mondo per 15 minuti.“

—  Andy Warhol pittore, scultore, regista, produttore cinematografico, direttore della fotografia, attore, sceneggiatore e montatore s… 1928 - 1987

Origine: Citato in Esami di maturità, uno studente su tre sceglie Warhol http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2011/06/23/esami-di-maturita-uno-studente-su-tre.html, la Repubblica, 23 giugno 2011, p. 8. Cfr. 15 minutes of fame.

Friedrich Nietzsche photo
Carlo Rovelli photo
Jorge Luis Borges photo
Khalil Gibran photo

„[Il Primo Bacio] è il vincolo che unifica l'estraneità del passato con la luminosità del futuro“

—  Khalil Gibran poeta, pittore e filosofo libanese 1883 - 1931

La Voce del Maestro

Pier Paolo Pasolini photo
Cirillo I photo
Paulo Coelho photo
Carl Sagan photo

„Guardate ancora quel puntino. È qui. È casa. Siamo noi. Su di esso, tutti quelli che amate, tutti quelli di cui avete mai sentito parlare, ogni essere umano che sia mai esistito, hanno vissuto la propria vita. L'insieme delle nostre gioie e dolori, migliaia di presuntuose religioni, ideologie e dottrine economiche, ogni cacciatore e raccoglitore, ogni eroe e codardo, ogni creatore e distruttore di civiltà, ogni re e suddito, ogni giovane coppia innamorata, ogni madre e padre, figlio speranzoso, inventore ed esploratore, ogni predicatore di moralità, ogni politico corrotto, ogni "superstar", ogni "comandante supremo", ogni santo e peccatore nella storia della nostra specie è vissuto lì su un granello di polvere sospeso dentro ad un raggio di sole. La Terra è un piccolissimo palco in una vasta arena cosmica. Pensate ai fiumi di sangue versati da tutti quei generali e imperatori affinché, nella gloria ed il trionfo, potessero diventare i signori momentanei di una frazione di un punto. Pensate alle crudeltà senza fine impartite dagli abitanti di un angolo di questo pixel agli abitanti scarsamente distinguibili di qualche altro angolo, quanto frequenti i loro malintesi, quanto smaniosi di uccidersi a vicenda, quanto ferventi i loro odii. Le nostre ostentazioni, la nostra immaginaria autostima, l'illusione che abbiamo una qualche posizione privilegiata nell'Universo, sono messe in discussione da questo punto di luce pallida. Il nostro pianeta è un granellino solitario nel grande, avvolgente buio cosmico. Nella nostra oscurità, in tutta questa vastità, non c'è nessuna indicazione che possa giungere aiuto da qualche altra parte per salvarci da noi stessi.
La Terra è l'unico mondo conosciuto che possa ospitare la vita. Non c'è nessun altro posto, per lo meno nel futuro prossimo, dove la nostra specie possa migrare. Visitare, sì. Abitare, non ancora.
Che vi piaccia o meno, per il momento la Terra è dove ci giochiamo le nostre carte. È stato detto che l'astronomia è un'esperienza di umiltà e che forma il carattere. Non c'è forse migliore dimostrazione della follia delle vanità umane che questa distante immagine del nostro minuscolo mondo. Per me, sottolinea la nostra responsabilità di occuparci più gentilmente l'uno dell'altro, e di preservare e proteggere il pallido punto blu, l'unica casa che abbiamo mai conosciuto."“

—  Carl Sagan astronomo e scrittore statunitense 1934 - 1996

da Pale Blue Dot

Papa Giovanni Paolo I photo
Susanna Tamaro photo
John Williams photo
Roberto Baggio photo

„Vorrei invitare i giovani a riflettere su queste parole. La prima è passione. Non c'è vita senza passione e questa la potete cercare solo dentro di voi. Non date retta a chi vi vuole influenzare. La passione si può anche trasmettere. Guardatevi dentro e lì la troverete. La seconda è gioia. Quello che rende una vita riuscita è gioire di quello che si fa. Ricordo la gioia nel volto stanco di mio padre e nel sorriso di mia madre nel metterci tutti e dieci, la sera, intorno ad una tavola apparecchiata. È proprio dalla gioia che nasce quella sensazione di completezza di chi sta vivendo pienamente la propria vita. La terza è coraggio. È fondamentale essere coraggiosi e imparare a vivere credendo in voi stessi. Avere problemi o sbagliare è semplicemente una cosa naturale, è necessario non farsi sconfiggere. La cosa più importante è sentirsi soddisfatti sapendo di aver dato tutto, di aver fatto del proprio meglio, a modo vostro e secondo le vostre capacità. Guardate al futuro e avanzate. La quarta è successo. Se seguite gioia e passione, allora si può parlare anche del successo, di questa parola che sembra essere rimasta l'unico valore nella nostra società. Ma cosa vuol dire avere successo? Per me vuol dire realizzare nella vita ciò che si è, nel modo migliore. E questo vale sia per il calciatore, il falegname, l'agricoltore o il fornaio. La quinta è sacrificio. Ho subito da giovane incidenti alle ginocchia che mi hanno creato problemi e dolori per tutta la carriera. Sono riuscito a convivere e convivo con quei dolori grazie al sacrificio che, vi assicuro, non è una brutta parola. Il sacrificio è l'essenza della vita, la porta per capirne il significato. La giovinezza è il tempo della costruzione, per questo dovete allenarvi bene adesso. Da ciò dipenderà il vostro futuro. Per questo gli anni che state vivendo sono così importanti. Non credete a ciò che arriva senza sacrificio. Non fidatevi, è un'illusione. Lo sforzo e il duro lavoro costruiscono un ponte tra i sogni la realtà.“

—  Roberto Baggio dirigente sportivo ed ex calciatore italiano 1967

Sándor Márai photo
Marie Curie photo

„[Su Albert Einstein] Ho potuto apprezzare la lucidità della sua mente, l'ampiezza della sua documentazione e la profondità delle sue conoscenze… Ci sono buoni motivi per considerarlo un fisico di grandi speranze e uno dei massimi teorici del futuro.“

—  Marie Curie chimica e fisica polacca naturalizzata russa e in seguito francese 1867 - 1934

Origine: Nel 1911, citato in Banesh Hoffmann, Albert Einstein: Creator and Rebel, Viking, New York, 1972, pp. 98-99; citato in Albert Einstein, Pensieri di un uomo curioso (The Quotable Einstein), a cura di Alice Calaprice, prefazione di Freeman Dyson, traduzione di Sylvie Coyaud, Arnoldo Mondadori Editore, Milano, 1997, p. 173. ISBN 88-04-47479-3

Thich Nhat Hanh photo

„Non bisogna perdersi nel passato né nel futuro.Il solo momento in cui si è vivi
o in cui si può toccare la vita,
è il momento presente, qui e ora.“

—  Thich Nhat Hanh insegnante, poeta, monaco (monaco buddista), scrittore, pacifista 1926

Origine: Da Respira, sei vivo.

Vasco Rossi photo
Questa traduzione è in attesa di revisione. È corretto?
Walt Disney photo
Massimo Scaligero photo
Antonio Tabucchi photo

„La smetta di frequentare il passato, cerchi di frequentare il futuro.“

—  Antonio Tabucchi, libro Sostiene Pereira

Sostiene Pereira
Sostiene Pereira

Hermann Hesse photo
Frédéric Beigbeder photo
Jules Verne photo

„I bambini rappresentano il messaggio vivente che noi trasmettiamo ad un futuro che non vedremo.“

—  Neil Postman sociologo statunitense 1931 - 2003

La scomparsa dell'infanzia

Antonio Tabucchi photo

„Non si sentì rassicurato, sentì invece una grande nostalgia, di cosa non saprebbe dirlo, ma era una grande nostalgia di una vita passata e di una vita futura, sostiene Pereira.“

—  Antonio Tabucchi, libro Sostiene Pereira

Sostiene Pereira
Variante: Ma anche se pensò così non si sentì rassicurato, sentì invece una grande nostalgia, di cosa non saprebbe dirlo, ma era una grande nostalgia di una vita passata e di una vita futura, sostiene Pereira.

Dietrich Bonhoeffer photo
Rainer Maria Rilke photo

„Il futuro entra in noi, per trasformarsi in noi, molto prima che accada.“

—  Rainer Maria Rilke scrittore, poeta e drammaturgo austriaco 1875 - 1926

Lettere a un giovane poeta
Origine: Da Lettera del 12 agosto 1904; in Lettere a un giovane poeta, traduzione di Leone Traverso, Adelphi, 1980, p. 55.

Benito Mussolini photo
Karl Raimund Popper photo
Stephen King photo

„"[…] Ma volevo che tu sapessi che ti penso, Sarah. Davvero, per me non c'è mai stata qualcun'altra e quella notte fu la nostra notte più bella […] e quella notte fu la nostra notte più bella, anche se a volte mi è difficile credere che vi sia mai stato un anno 1970 e le dimostrazioni nei campus e Nixon presidente. Senza calcolatori tascabili, senza videocassette, senza orchestre punk e rock. E altre volte mi sembra che quel tempo sia tutt'ora vicinissimo, da poterlo quasi toccare. Mi sembra che se potessi tenerti tra le braccia, o toccare la tua guancia, o la tua nuca, potrei portarti con me in un futuro diverso senza dolore o tenebre o scelte amare.
Bene, tutti facciamo quello che possiamo e dobbiamo accontentarci… e se non ci basta, dobbiamo rassegnarci. Spero soltanto che tu mi penserai nel modo migliore che ti riesce, Sarah cara. Con tutto il cuore e tutto il mio amore. Johnny."
Le si mozzò il respiro di colpo e restò con la schiena rigida e gli occhi sbarrati. "Johnny…?"
Era andato.
Si alzò, si girò e naturalmente non c'era nulla. Ma poteva vederlo, ritto lì accanto, le mani sprofondate nelle tasche, il caldo sorriso un po' obliquo sul volto più attraente che bello che si appoggiava snello e disinvolto ad una tomba o ad un pilastro dell'ingresso o forse contro un albero rosseggiante d'autunno. Bella roba, Sarah, annusi ancora quella dannata cocaina?
Niente intorno se non Johnny, lì vicino. Forse ovunque.
Tutti noi facciamo quello che possiamo e dobbiamo accontentarci… e se non ci basta, dobbiamo rassegnarci. Niente è perduto per sempre, Sarah. Niente che non possa esser ritrovato.
"Sempre il vecchio Johnny", sussurrò Sarah. Uscì dal cimitero e attraversò la strada. Indugiò un attimo, voltandosi a guardare. Il tiepido vento d'ottobre alitava robusto e grandi cortine di luce e d'ombra sembravano attraversare il mondo. Gli alberi frusciavano misteriosamente.
Sarah salì in macchina e si allontanò.“

—  Stephen King, libro La zona morta

Origine: La zona morta, p. 458-460

Matteo Salvini photo

„Destra e sinistra? Roba vecchia. Oggi la differenza è tra i POCHI potenti che comandano e guadagnano (lobby, multinazionali, banchieri, finanza) e i MOLTI a cui questa Europa di folli ha rubato lavoro e futuro.“

—  Matteo Salvini politico italiano 1973

Origine: Da un post https://www.facebook.com/salviniofficial/videos/10153871016253155/ sulla pagina ufficiale Facebook.com, 27 giugno 2016.

Zig Ziglar photo
Lucio Anneo Seneca photo
Alda Merini photo
Etty Hillesum photo
Milan Kundera photo
Natalia Ginzburg photo
Toro Seduto photo
Milan Kundera photo
Françoise Héritier photo
Hannah Arendt photo
Niki Lauda photo
Nicholas Sparks photo
Roberto Benigni photo
Antonia Arslan photo
Pablo Neruda photo
Fabrice Hadjadj photo