Frasi di Polibio

 Polibio foto

22   2

Polibio

Data di nascita: 206 a.C.
Data di morte: 124 a.C.

Polibio è stato uno storico greco antico.

Studiò in modo particolare il sorgere della potenza della Repubblica Romana che attribuì all'onestà dei romani ed all'eccellenza delle loro istituzioni civiche e militari. Storie, la sua opera di ricerca storica, è estremamente importante per il suo resoconto della Seconda guerra punica e della Terza guerra punica fra Roma e Cartagine.

Frasi Polibio


„Annibale scampò a stento, con grande pena, sull'unico elefante sopravvissuto, molto sofferente per una grave forma di oftalmia che lo aveva colpito, a causa della quale gli fu infine anche tolto un occhio... (III, 79, 12, traduzione di M. Mari, BUR. Milano, 2001).“

„L'inferno inutile ai savi è necessario all'insensata plebe.“


„Le masse popolari sono incoerenti piene di riottosi desideri passionali e imprevigenti delle conseguenze; devono essere riempite di paura per tenerle a bada. Per questo gli antichi ben fecero ad inventare gli dei e l'idea della punizione dopo la morte.“

„Se quelli che prima di me hanno scritto di storia ne avessero per caso tralasciato l'elogio, sarebbe stato forse necessario incitare tutti allo studio proficuo e dilettevole di questa fonte di memorie, poiché per gli uomini non esiste un più sicuro mezzo di farsi migliori di quanto non lo sia la coscienza del passato. (libro Storie)“

„Un buon generale non solo vede le strade della vittoria, ma sa anche quando la vittoria è impossibile.“

„Non c'è nessun testimone così terribile, nessun accusatore così implacabile come la coscienza che abita nel cuore di ogni uomo. (libro Storie)“

„Una pace onorevole, fondata sulla giustizia, è certo la cosa più bella e vantaggiosa; ma una pace che nasce da viltà e disonore è la cosa più infamante e dannosa. (libro Storie)“

„Coloro che sanno come vincere sono molto più numerosi di coloro che sanno come fare un uso appropriato delle loro vittorie. (libro Storie)“


„È più stupido chi munge un caprone o chi vi pone sotto il secchio?“

„Avrebbero potuto constatare il livello di scandimento della società da questi fatti: che sul mercato i bei giovinetti valevano più delle terre e le anfore di pesce in salamoia più dei conduttori di buoi. (XXXI, 25, 5a; 1998, vol. IV)“

„L'Erice è un monte presso il mare di Sicilia, sulla costa sita dalla parte dell'Italia, tra Drepana e Panormo, più vicino, anzi confinante con Drepana, in altezza di gran lunga superiore agli altri monti della Sicilia, eccetto l'Etna. Proprio sulla sommità, che è piana, si trova il santuario di Afrodite Ericina. (I, 55, 7-8; 2001)“

„Bisogna lasciare un resoconto storico dei fatti passati che sia privo di qualunque falsità, e che non sia finalizzato a procurare un momentaneo piacere alle orecchie dei lettori, ma a correggere le loro anime perché non cadano più volte negli stessi errori. (XXXVIII, 4; 1998, vol. IV)“


„Quella superstizione religiosa che presso gli altri uomini è oggetto di biasimo, serve in Roma a mantenere unito lo Stato: la religione è più profondamente radicata e le cerimonie pubbliche e private sono celebrate con maggior pompa che presso ogni altro popolo. Ciò potrebbe suscitare la meraviglia di molti; a me sembra che i Romani abbiano istituito questi usi pensando alla natura del volgo. In una nazione formata da soli sapienti, sarebbe infatti inutile ricorrere a mezzi come questi, ma poiché la moltitudine è per sua natura volubile e soggiace a passioni di ogni genere, a sfrenata avidità, ad ira violenta, non c'è che trattenerla con siffatti apparati e con misteriosi timori. Sono per questo del parere che gli antichi non abbiano introdotto senza ragione presso le moltitudini la fede religiosa e le superstizioni sull'Ade, ma che piuttosto siano stolti coloro che cercano di eliminarle ai nostri giorni. (VI, 56; 1970, vol. II, pp. 133-4)“

„Da tempo ognuno di loro aveva saldamente preso questa decisione, ma erano in cerca del momento opportuno, e di un pretesto plausibile per la pubblica opinione. I Romani, infatti, si preoccupavano molto di quest'ultimo aspetto, e facevano bene, perché un inizio di guerra che sembri giusto, come dice Demetrio, rende più grandi le vittorie e meno pericolosi gli insuccessi, mentre se è ignobile e da poco sortisce l'effetto contrario. (XXXVI, 2; 1998, vol. IV)“

„La rapida instabilità della Sorte la si può riconoscere soprattutto in alcuni momenti, quando ci si impegna in certe azioni pensando di farlo a proprio vantaggio, per scoprire poi, inaspettatamente, che si sta operando a vantaggio del nemico. (XXX, 10; 1998, vol. IV)“

„Nella natura umana, a quanto sembra, agisce una tale forza che non solo gli eserciti e le città, ma anche le unioni nazionali e le più disparate etnie del mondo arrivano a conoscere, a causa della virtù o della malvagità di un solo uomo, ora le peggiori calamità ora il massimo della fortuna. (XXXII, 4; 1998, vol. IV)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 22 frasi