Frasi di Marco Meschini

5   0

Marco Meschini

Data di nascita: 1972

Marco Meschini - ci manca una descrizione più dettagliata dell'autore.

Frasi Marco Meschini


„Il mujahid, il «combattente del jihad», in caso di morte è considerato un «martire», shahid, «testimone», lo stesso senso letterale della parola greca martyr, «martire». Costui è ritenuto così santo che il suo corpo non deve essere lavato prima dell'inumazione, come prescriverebbe la legge islamica, e può persino trasferire parte della propria santità ai parenti.“

„Il jihad è sia difensivo sia aggressivo, cioè strumento di diffusione della religione islamica che – ricordiamolo – significa «sottomissione» ad Allah. La crociata, invece, nacque solo dopo oltre un millennio di cristianesimo e con uno scopo limitato: recuperare Gerusalemme e la Terrasanta, ingiustamente occupate dai musulmani. Va però aggiunto che, nel corso di una storia plurisecolare, vi furono anche crociate di espansione, pur senza che l'idea originaria si perdesse completamente.“


„Ancora oggi, per tutti gli islamici, il jihad è il «sesto pilastro» dell'islam, cioè uno dei precetti identitari della loro religione. Viceversa, non esiste alcun testo sacro cristiano che parli di una simile guerra, né il modello che è Cristo la prevede, anzi!“

„Qual è lo scopo del dialogo? Io penso conoscersi meglio e, se possibile, giungere a un livello superiore di verità. Dunque la verità o almeno l'onestà intellettuale è una premessa, anzi una condizione irrinunciabile del dialogo. Per questo ho voluto smascherare alcuni commentatori che, dietro contorsioni verbali, cercano di camuffare la verità storica, giuridica e teologica insita nel tema del jihad.“

„Benedetto XVI è stato molto chiaro [nel discorso a Ratisbona del 12 settembre 2006]: la fede e la verità si possono proporre e diffondere solo da intelletto a intelletto e da cuore a cuore, in un mutuo scambio di ragione e credo. E quindi espandere la propria religione «con la spada» è una mostruosità antitetica al Logos, alla Ragione, cioè a Dio. E la violenta reazione di tanti alle sue parole è stata – drammaticamente – un'involontaria ma "perfetta" risposta di conferma al suo discorso.“