Questa traduzione è in attesa di revisione. È corretto?

Accedi per la revisione

„Era vero per la mia generazione, che i film erano terribilmente vividi e istruttivi.“

Originale

It was true of my generation, that the movies were terribly vivid and instructive.

Salon interview (2000)
Contesto: It was true of my generation, that the movies were terribly vivid and instructive. There were all kinds of things you learned. Like the 19th century novels, you saw how other social classes lived — especially the upper classes. So in a funny way, they taught you manners almost. But also moral manners. The gallantry of a Gary Cooper or an Errol Flynn or Jimmy Stewart. It was ethical instruction of a sort that the church purported to be giving you, but in a much less digestible form. Instead of these remote, crabbed biblical verses, you had contemporary people acting out moral dilemmas. Just the grace, the grace of those stars — not just the dancing stars, but the way they all moved with a certain grace. All that sank deep into my head, and my soul.

Ultimo aggiornamento 18 Febbraio 2020. Storia
Argomenti
generazione, film, vero
John Updike photo
John Updike14
scrittore statunitense 1932 - 2009

Citazioni simili

Francois Truffaut photo

„Appartengo a una generazione di cineasti che hanno deciso di fare film avendo visto Quarto potere.“

—  Francois Truffaut regista francese 1932 - 1984

citato in Orson Welles ovvero la magia del cinema

Edward Norton photo
Gary Sinise photo
Nesli photo
Werner Herzog photo

„[Sull'interpretazione di Christian Bale in L'alba della libertà] Gli attori che ho scelto per il film sono i migliori della loro generazione. È una strana coincidenza che Dieter Dengler da giovane fosse un bell'uomo e che Christian gli assomigli anche un poco“

—  Werner Herzog regista, sceneggiatore e produttore cinematografico tedesco 1942

dall'intervista Werner Herzog Interview, Rescue Dawn http://www.moviesonline.ca/movienews_12373.html,www.moviesonline.ca

„Come ci ha insegnato François Truffaut, Hitchcock è un maestro per generazioni di registi e di spettatori: ogni volta che si vede un suo film è come se lo si vedesse per la prima volta, sempre con il fiato sospeso.“

—  Aldo Grasso giornalista, critico televisivo e docente italiano 1948

Origine: Da Un solo Hitchcock e si scopre il sonoro https://web.archive.org/web/20160101000000/http://archiviostorico.corriere.it/2010/aprile/28/solo_Hitchcock_scopre_sonoro_co_9_100428092.shtml, Corriere della sera, 28 aprile 2010, p. 55.

Mario Monicelli photo
Kurt Cobain photo
Natalia Ginzburg photo
Henry Ford photo
Maurizio Nichetti photo
Yoji Shinkawa photo

„Se è vero che la lavorazione di ogni film felliniano è caratterizzata da un'atmosfera particolare, da un umore predominante del regista che lo accompagna dall'inizio alla fine, 8½ è insieme il film del dubbio e dell'ostinazione, della tentazione di piantare tutto e del perfezionismo esasperato. Nebuloso nella progettazione, accuratissimo nell'esecuzione.“

—  Tullio Kezich critico cinematografico, commediografo e sceneggiatore italiano 1928 - 2009

Origine: Da Federico: Fellini, la vita e i film, Feltrinelli Editore, 2002, p. 238 https://books.google.it/books?id=x0wvyjtjAPMC&pg=PA238. ISBN 88-07-49020-X

Linh Dan Pham photo
Sébastien Frey photo
Giuseppe Betori photo
Oscar Wilde photo

„Quale è il vero critico se non colui che porta in sé i sogni e le idee e i sentimenti di miriadi di generazioni, e a cui nessuna forma di pensiero è estranea, nessun impulso di emozioni oscuro?“

—  Oscar Wilde poeta, aforista e scrittore irlandese 1854 - 1900

Origine: Citato in Adriano Tilgher, Studi sul teatro contemporaneo, BiblioLife, LLC.

Tim Burton photo
Malcolm McDowell photo
Leo Ortolani photo

Argomenti correlati