„Non s'illudano Dante, Galileo, Leonardo, Einstein e tutti gli "immortali" della Terra. Non ci sarà nessuno a ricordarsi di loro alla fine del mondo. Scompariranno per sempre nel nulla, proprio come noi.“

Modificato da Giuseppe Tobia, Martin Svoboda. Ultimo aggiornamento 15 Luglio 2021. Storia

Citazioni simili

Robert Oppenheimer photo

„[Su Albert Einstein] In lui non c'era quasi nulla di ricercato ed era totalmente inesperto delle cose del mondo… Ha sempre avuto una purezza meravigliosa, fanciullesca e insieme profondamente ostinata.“

—  Robert Oppenheimer fisico statunitense 1904 - 1967

Origine: Da On Albert Einstein, New York Review of Books, 17 marzo 1966; citato in Albert Einstein, Pensieri di un uomo curioso (The Quotable Einstein), a cura di Alice Calaprice, prefazione di Freeman Dyson, traduzione di Sylvie Coyaud, Arnoldo Mondadori Editore, Milano, 1997, p. 179. ISBN 88-04-47479-3

Antonino Zichichi photo
Elias Canetti photo

„Gradi della disperazione: non ricordarsi di nulla, ricordare qualcosa, ricordare tutto.“

—  Elias Canetti scrittore, saggista e aforista bulgaro 1905 - 1994

La tortura delle mosche

Carl Burckhardt photo

„Sulla terra è la volgarità che è immortale.“

—  Carl Burckhardt diplomatico svizzero 1891 - 1974

Origine: Da Sullo studio della storia (Weltgeschichtliche Betrachtungen, 1868-73), traduzione di M. Montinari, Boringhieri, Torino, p. 214; citato in Alberto Giovanni Biuso, Antropologia e filosofia: elementi di propedeutica filosofica, Guida Editori, 2000, p. 92 https://books.google.it/books?id=taW58fEFikcC&pg=PA92. ISBN 8871883586

Mauro Leonardi photo
Anwar al-Sadat photo
Antonino Zichichi photo
Gianna Nannini photo
Marco Malvaldi photo
Publio Terenzio Afro photo
Pearl S.  Buck photo
Bertrand Russell photo

„Di tutte le figure pubbliche che ho conosciuto, Einstein era quello che mi ispirava la più sincera ammirazione… Einstein non era soltanto un grande scienziato, era un grande uomo. Lottava per la pace in un mondo che precipitava verso la guerra. Rimase lucido in un mondo impazzito, e tollerante in un mondo di fanatici.“

—  Bertrand Russell filosofo, logico e matematico gallese 1872 - 1970

Origine: Citato in G.J. Whitrow, Einstein: The Man and His Achievement, Dover, New York, 1967, p. 90; citato in Albert Einstein, Pensieri di un uomo curioso (The Quotable Einstein), a cura di Alice Calaprice, prefazione di Freeman Dyson, traduzione di Sylvie Coyaud, Arnoldo Mondadori Editore, Milano, 1997, p. 180. ISBN 88-04-47479-3

Jorge Luis Borges photo
Teresa di Lisieux photo
Italo Calvino photo

„Dante rivive intero nell'opera sua. Perciò la Divina Commedia è molto più che lIliade. Omero è assente dall'opera sua, non è che un nome, un'ombra vana; e la Commedia è invece la grande, l'immortale voce di Dante: os magna sonaturum.
Chi ha messo alla pari Dante e Shakespeare, ha discorso da esteta; ma ha mostrato di non comprendere la ragione complessa dell'eccellenza di Dante uomo-poeta, a cui s'inchinano, con così stupendo consenso, tutte le nazioni colte del mondo, gareggiando nel tributargli onore i vinti e i vincitori di ieri, i potenti di oggi e quelli di domani, dal Belgio e dalla Francia alla Germania, dall'Inghilterra al Giappone e agli Stati Uniti.
Dante è esso medesimo un'affascinante opera d'arte, e la Commedia non è che la sua espressione vocale. Egli è, come con l'usata felicità disse il De Sanctis, nello stesso tempo l'Omero e l'Achille del suo mondo poetico. Nessuno dei personaggi del gran dramma oltramondano riesce a interessarci a sé così lungamente come la persona del poeta, attore e narratore insieme. (da Dante“

—  Michele Scherillo docente e politico italiano 1860 - 1930

Commemorazione secentenaria), Emporium, Vol. LIII, n.º 315, marzo 1921, p. 128 https://archive.org/stream/emporium5354berguoft#page/n153/mode/2up
Origine: Gli stessi concetti, a volte con frasi uguali o simili, erano già apparsi in Michele Scherillo, Le origini e lo svolgimento della letteratura italiana. Vol. I, Ulrico Hoepli, Milano, 1919, pp. 80 sgg. https://archive.org/stream/leoriginielosvol01sche#page/80/mode/2up

Ismail Kadare photo

„Sfuggire a Dante è impossibile, come sfuggire alla propria coscienza.“

—  Ismail Kadare scrittore, poeta e saggista albanese 1936

Origine: Citato nel discorso del Presidente Andrea Riccardi nel corso dell'82° Congresso Internazionale della Società Dante Alighieri; riportato in LaDante.it http://ladante.it/in-primo-piano/248-abitare-una-lingua-amare-un-mondo-2.html.

Argomenti correlati