Frasi di Aldo Leopold

Aldo Leopold foto

7   0

Aldo Leopold

Data di nascita: 11. Gennaio 1887
Data di morte: 21. Aprile 1948

Aldo Leopold è stato un ecologo statunitense, cacciatore, ispiratore della moderna biologia di conservazione.

Considerato tra i più grandi ecologisti mondialmente riconosciuti, fu fondatore della prima Area Wilderness mondiale, e fu per tutta la sua vita un convinto ed appassionato cacciatore.

La caccia è stata una delle principali attività formative per Aldo Leopold: il suo pensiero in merito alla fauna ed all'etica comportamentale di chi pratica la vita all'aria aperta iniziò a formarsi durante la sua giovinezza, quando si accompagnava a suo padre nella caccia di anatre lungo il Fiume Illinois.

Dall'inizio della sua carriera di cacciatore fino all'età adulta, Leopold unì sempre l'attività della caccia con il lavoro sul campo del suo sentirsi anche naturalista.

Forestale per formazione e ritenuto uno dei padri dell'ambientalismo scientifico. La sua opera ha influenzato anche l'ambientalismo associanistico del Novecento.

Iniziò la propria carriera nel 1909 lavorando per il U.S. Forest Service . Nel 1924 divenne vice-direttore del laboratorio di prodotti forestali a Madison, dove nel 1933 venne creata una cattedra per lui presso l'università. Morì a causa di attacco cardiaco mentre aiutava dei vicini a spegnere l'incendio della loro fattoria.

Il suo scritto più importante è la raccolta di saggi A Sand County Almanac , tradotto in italiano con il titolo Almanacco di un mondo semplice. Si tratta di una raccolta di saggi di grandissimo spessore scientifico e letterario dove suggestive descrizioni naturalistiche si alternano a riflessioni sulla conservazione della natura e delle sue risorse. Fu pubblicato postumo, ed ormai è divenuto un classico della letteratura americana e non solo.

La sua filosofia può essere condensata in una citazione: "Conservation is a state of harmony between men and land" .

La sua idea di etica della terra, spiegata nell'opera Almanacco di un mondo semplice, pone una visione diversa dell'etica umana dove la terra non è più un semplice elemento da sfruttare ma un vero e proprio organismo da tutelare e proteggere.

"Il cittadino medio ritiene oggi che la scienza sappia che cosa fa funzionare il meccanismo della comunità; lo scienziato è altrettanto certo di non saperlo."

Frasi Aldo Leopold


„Il problema è come inculcare una tensione all'armonia con la terra in persone che hanno, in larga parte, dimenticato che esiste qualcosa che si chiama terra, e per le quali istruzione e cultura sono diventati quasi sinonimo di abbandono della terra. Questo è il problema dell'educazione a conservare.“

„La prima regola di una riparazione intelligente è di conservare tutti i pezzi.“


„La conservazione è uno stato di armonia fra l'uomo e la terra.“

„Noi abusiamo della terra perché la consideriamo come un bene appartenente a noi. Quando vedremo la terra come una comunità a cui apparteniamo, potremo cominciare a usarla con amore e rispetto.“

„Gli atti della creazione sono riservati ordinariamente agli dei e ai poeti. Per piantare un pino, hai bisogno soltanto di una vanga.“

„Come venti e tramonti, le cose selvagge furono prese per garantite fino a che il progresso non iniziò a fare a meno di esse.“

„Tutto inizia con un'ampia striscia di limo steso in strati fini sulla sabbia di una riva che si prosciuga. Man mano che lentamente si asciuga al sole, i cardellini si bagnano nelle sue pozze, e daini, aironi, pivieri, tartarughe, procioni la ricoprono con i ricami delle loro impronte. Non c'è nulla che preannunzi, in questo stadio, il verificarsi di nuovi eventi. Ma quando vedo la striscia di limo farsi verde di eleocharis, sto più attento a quel che può accadere, perché questo è il segno che il fiume è in vena di dipingere. Quasi subito l'eleocharis diviene un denso prato erboso, così spesso e lussureggiante che i topi campagnoli dei pianori poco più in alto non possono resistere alla tentazione. Si muovono in massa sul verde pascolo, e trascorrono le notti strusciando i fianchi sul tappeto vellutato. Un labirinto di impronte ben rilevate parla per il loro entusiasmo. Il cervo passeggia avanti e indietro sul tappeto di eleocharis, in apparenza solo per il piacere di camminarvi sopra. Persino una talpa tutta casa ha attraversato sottoterra il banco asciutto del fiume fino alla striscia di eleocharis, dove può sollevare la zolla erbosa e giocarvi a sazietà.“