Frasi di Júlio César Soares Espíndola

Júlio César Soares Espíndola foto

8   1

Júlio César Soares Espíndola

Data di nascita: 3. Settembre 1979

Júlio César Soares Espíndola, noto più semplicemente come Júlio César , è un calciatore brasiliano, portiere del Benfica.

Con la maglia dell'Inter, squadra nella quale ha militato dal 2005 al 2012, ha conquistato quattordici trofei: cinque Scudetti, tre Coppe Italia, quattro Supercoppe italiane, una UEFA Champions League e una Coppa del mondo per club FIFA. Con la Nazionale brasiliana ha vinto una Copa América nel 2004 e due FIFA Confederations Cup nel 2009 e nel 2013.

Considerato uno tra i migliori portieri della sua generazione, è comparso ininterrottamente dal 2007 al 2011 nella top ten dei migliori numeri 1 in attività redatta dall'IFFHS, classificandosi terzo nel 2009 e secondo nel 2010. La UEFA lo ha premiato con il titolo di miglior portiere dell'edizione 2009-2010 della Champions League. Inoltre nel 2009 e nel 2010 ha vinto l'Oscar del calcio AIC come miglior giocatore nel suo ruolo.

È soprannominato L'Acchiappasogni, appellativo che risale ai tempi della sua militanza nell'Inter.


„Sette anni fa è arrivato a Milano un ragazzo semplice e sconosciuto al calcio Europeo però con tanta voglia e fame di raggiungere i propri obiettivi: diventare un portiere rispettato e soprattutto vincente. [... ] La prima volta che ho indossato la maglia dell'Inter, ho capito subito che la squadra aveva tanti tifosi appassionati e che era la squadra perfetta per poter realizzare tutto quello che sognavo da bambino.“

„Stramaccioni? Rivedo in lui qualcosa di Mourinho, ha la stessa voglia di vincere.“


„Josè è molto intelligente e sa far rendere i giocatori al 110%. Sa trasmettere la sua voglia di vincere sempre, è stato il segreto di quei successi in nerazzurro.“

„Il 22 maggio 2010, finale di Madrid contro il Bayern, è stato il momento più bello della mia carriera. Il Mondiale in Sudafrica quello più brutto“

„[Riferendosi a Massimo Moratti] Il nostro presidente è una persona importante per noi, il simbolo dell'Inter, una persona che sarà sempre vicina a noi, nei momenti belli e in quelli meno belli.“

„Non lo nascondo, sono triste per come l'Inter si è comportata con me. Ci sono rimasto male, mi aspettavo qualcosa di diverso ma ormai è passato è ho chiarito di persona col presidente Moratti.“

„[Sulla Juventus Football Club] La odio ma solo perché è stata la squadra che mi ha fatto impazzire di più in Italia. Non riuscivo quasi mai a batterla e questa cosa mi ha fatto impazzire.“

„Gli arbitri sbagliano con tutti, ma quando lo fanno con la Juve la gente pensa male per quello che è successo in passato. Chi deve arbitrare la Juventus ha addosso molta più pressione degli altri.“

Autori simili