Frasi di Saul Alinsky

Saul Alinsky foto
4  1

Saul Alinsky

Data di nascita:30. Gennaio 1909
Data di morte:12. Giugno 1972
Altri nomi:Saul David Alinsky

Saul Alinsky è stato un attivista e scrittore statunitense noto per la sua attività di organizzatore di comunità e autore del noto volume Rules for Radicals.

Nel corso di circa 40 anni di attivismo politico, Alinsky ricevette molte critiche, ma anche attestati di stima da molti personaggi pubblici. Le sue capacità organizzative erano dedicate al migliorare le condizioni di vita delle comunità in condizione di povertà nel nord America. Negli anni 50, cominciò a rivolgere la sua attenzione al miglioramento delle condizioni nei ghetti afroamericani, a cominciare da quelli di Chicago e più tardi raggiungendo altri ghetti in California, Michigan, New York City e una dozzina di altri "trouble spots".

Le sue idee vennero adottate negli anni '60 da alcuni universitari americani e da altri giovani appartenenti alla Controcultura americana di quegli anni, che le usarono come parte delle loro strategie di organizzazione nel campus e fuori di esso. Il Time scrisse nel 1970 che "Non è esagerato sostenere che la democrazia americana è stata cambiata dalle idee di Alinsky". L'autore conservatore William F. Buckley, Jr. disse nel 1966 che Alinsky era "molto vicino all'essere un genio organizzativo".

Frasi Saul Alinsky

„A word about my personal philosophy. It is anchored in optimism. It must be, for optimism brings with it hope, a future with a purpose, and therefore, a will to fight for a better world. Without this optimism, there is no reason to carry on. If we think of the struggle as aclimb up a mountain, then we must visualize a mountain with no top. We see a top, but when we finall yreach it, the overcast rises and we find ourselves merely on a bluff. The mountain continues on up. Now we see the "real" top ahead of us, and strive for it, only to find we've reached another bluff, the top still above us. And so it goes on, interminably.
Knowing that the mountain has no top, that it is a perpetual quest from plateau to plateau, the question arises, "Why the struggle, the conflict, the heartbreak, the danger, the sacrifice. Why the constant climb?" Our answer is the same as that which a real mountain climber gives when he is asked why he does what he does. "Because it's there." Because life is there ahead of you and either one tests oneself in its challenges or huddles in the valleys of a dreamless day-to-day existence whose only purpose is the preservation of a illusory security and safety. The latter is what the vast majority of people choose to do, fearing the adventure into the known. Paradocically, they give up the dream of what may lie ahead on the heighs of tomorrow for a perpetual nightmare - an endless succession of days fearing the loss of a tenuous security.“

— Saul D. Alinsky
Rules for Radicals: A Pragmatic Primer for Realistic Radicals

Avanti
Anniversari di oggi
Arthur Rimbaud foto
Arthur Rimbaud86
poeta francese 1854 - 1891
Claudio Ranieri foto
Claudio Ranieri34
allenatore di calcio e ex calciatore italiano 1951
Mario Canciani foto
Mario Canciani25
presbitero, biblista e scrittore italiano 1928 - 2007
Burt Lancaster foto
Burt Lancaster4
attore statunitense 1913 - 1994
Altri 35 anniversari oggi
Autori simili
Jeremy Rifkin foto
Jeremy Rifkin23
economista, attivista e saggista statunitense
Ernesto Olivero19
attivista e scrittore italiano
Angela Davis foto
Angela Davis3
attivista statunitense
Ivan Della Mea foto
Ivan Della Mea6
cantautore, scrittore e giornalista italiano
Gary Yourofsky foto
Gary Yourofsky3
attivista statunitense
John Brown foto
John Brown1
attivista statunitense
Malcolm X foto
Malcolm X11
attivista statunitense
Mamphela Ramphele foto
Mamphela Ramphele1
attivista e politica sudafricana
Massimo Fini50
giornalista, scrittore e drammaturgo italiano
Giovanni Lindo Ferretti foto
Giovanni Lindo Ferretti64
cantautore e scrittore italiano