„A Giordano Bruno toccò la parte peggiore; egli novatore in filosofia, predecessore di Cartesio, soffrì lo sdegno del volgo, ed il disprezzo di quelle dottrine stesse, che furono poi in Cartesio venerate, ed in Leibnizio.“

Origine: Notizie istoriche dei mattematici e filosofi del Regno di Napoli, p. 118

Ultimo aggiornamento 04 Giugno 2020. Storia

Citazioni simili

Pierre-Daniel Huet photo
Giuseppe Baretti photo

„Perché non ha mai a venire un Cartesio in filologia come n'è venuto uno in filosofia?“

—  Giuseppe Baretti critico letterario, traduttore e poeta italiano 1719 - 1789

La Frusta letteraria, La Frusta letteraria, vol. IV

Enzo Mazzi photo
Gianfranco Ravasi photo

„La sapienza abbandonò la terra quando i dotti cominciarono a usare la loro dottrina a scopo di lucro (Giordano Bruno) Auguri #Wikipedia.“

—  Gianfranco Ravasi cardinale, arcivescovo cattolico e biblista italiano 1942

da un tweet https://twitter.com/CardRavasi/status/687969686881959936 del 15 gennaio 2016

Edmund Husserl photo
Giorgio Baffo photo
Marcello Marchesi photo

„Se Giordano Bruno avesse avuto un microfono si sarebbe salvato dal rogo?“

—  Marcello Marchesi comico, sceneggiatore e regista italiano 1912 - 1978

Origine: Il malloppo, p. 30

Ernst Cassirer photo

„Non esiste, a mio parere, nell'islam contemporaneo una filosofia pura à la Cartesio o à la Kant. La filosofia contemporanea in terra d'islam ha dovuto sempre fare i conti con l'islam, innanzitutto, cioè con una concezione della vita, del mondo… che, evidentemente, ha lasciato un'orma incancellabile.“

—  Massimo Campanini orientalista italiano 1954

Origine: Da Il pensiero islamico contemporaneo, Il Mulino; citato in Matteo Sacchi, Ecco perché l'islam non produce una "vera" filosofia http://www.ilgiornale.it/news/spettacoli/ecco-perch-lislam-non-produce-vera-filosofia-1280935.html, il Giornale.it, 8 luglio 2016.

Piergiorgio Odifreddi photo
Quinto Orazio Flacco photo
Margherita Hack photo

„[Su Giordano Bruno] La moderna astronomia dimostra quanto vere fossero le sue intuizioni.“

—  Margherita Hack astrofisica e divulgatrice scientifica italiana 1922 - 2013

Origine: Libera scienza in libero Stato, p. 90

Diego Fusaro photo
Nicola Abbagnano photo
Eschilo photo
Piergiorgio Odifreddi photo

„Nessuna meraviglia che un uomo come Giordano Bruno corredi questo mondo della spazialità infinita, sottratto in certo modo alla onnipotenza divina, e pure completamente misurabile, di una sublimità quasi religiosa e che gli attribuisca, «accanto all'estensione infinita del χενόν democriteo, l'infinita dinamica dell'anima del mondo neoplatonica». Nonostante l'afflato mistico, questa concezione dello spazio è già quella che più tardi verrà razionalizzata da Cartesio e formalizzata nella teoria Kantiana.“

—  Erwin Panofsky storico dell'arte tedesco 1892 - 1968

pag. 46
La prospettiva come forma simbolica
Origine: [Nota presente nel medesimo testo da cui è tratta la citazione] L. Olschki, op. cit.; a questo proposito anche Jonas Cohn, Das Unendlichkeitsproblem, 1896. È particolarmente interessante il modo in cui Bruno, per poter fondare il suo concetto dello spazio infinito anche sull'«Autorità» degli antichi, contro la concezione scolastico-aristotelica, si rifà consapevolmente ai frammenti dei presocratici, e in particolare alle dotrine di Democrito: in certo modo – ed è un fatto sintomatico per tutto il movimento rinascimentale – egli si vale di una Antichità contro un'altra; il risultato è un terzo termine, appunto la specifica «modernità». L'opposto della bella definizione bruniana dello spazio come «quantitas continua, physica triplici dimensione constans» è la personificazione medioevale (ad esempio, nel Duomo di Parma) delle quattro dimensioni (parallele ai quattro evangelisti, ai quattro fiumi del paradiso, ai quattro elementi, ecc.)

Giovanni Gentile photo
Roberto Cotroneo photo

„Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Etiam egestas wisi a erat. Morbi imperdiet, mauris ac auctor dictum.“