„Il castigo peggiore per un delitto commesso non è la pena, ma il tormento della coscienza che si placa solo espiando.“

Modificato da Giuseppe Tobia. Ultimo aggiornamento 18 Aprile 2021. Storia

Citazioni simili

Charles Dickens photo

„Siete mai stato a Lione? Quello è il posto. È un grande Incubo, una cattiva coscienza, un colpo di indigestione, il ricordare di aver commesso un delitto. Un posto terribile!“

—  Charles Dickens scrittore, giornalista e reporter di viaggio britannico 1812 - 1870

lettera al Conte D'Orsay, 7 agosto 1844; p. 31
Lettere dall'Italia

Alphonse De Lamartine photo

„Che delitto abbiamo commesso per meritare di nascere?“

—  Alphonse De Lamartine poeta, scrittore e storico francese 1790 - 1869

da Meditazioni poetiche

Vittorio Alfieri photo

„Quale silenzioso tormento è il rimorso della coscienza!“

—  Publilio Siro scrittore e drammaturgo romano

Sententiae
Originale: (la) O tacitum tormentum animi conscientia!

Anthony Powell photo

„Invecchiare è come scontare una pena crescente per un crimine che non si è commesso.“

—  Anthony Powell scrittore britannico 1905 - 2000

da Temporary Kings, cap. 1 – Heinemann, Londra, 1973

Arthur Koestler photo
Albert Camus photo
Bruce Marshall photo
Francesco Mario Pagano photo

„Coloro che commettono delitti nel sonno non soffrono alcuna pena.“

—  Francesco Mario Pagano giurista, filosofo e politico italiano 1748 - 1799

Origine: Principj del Codice Penale e Logica de' Probabili, p. 16

Arthur Koestler photo
Fiorentino Sullo photo
Georg Wilhelm Friedrich Hegel photo
Publio Ovidio Nasone photo

„O tre dee del castigo, Furie, volgete il vostro sguardo a questo rito infernale! Vendico una colpa commettendone un'altra. La morte va espiata con la morte. A delitto va aggiunto delitto, a funerale funerale: si estingua lo sciagurato casato, con questo accumularsi di lutti.“

—  Publio Ovidio Nasone, Le metamorfosi

VIII, 481; 1994, p. 319
«Poenarum que «deae triplices, furialibus», inquit | «Eumenides, sacris vultus advertite vestros! | Ulciscor facioque nefas; mors morte pianda est, | in scelus addendum scelus est, in funera funus: | per coacervatos pereat domus inpia luctus.
Metamorfosi

David Hume photo
Giovanni Passannante photo
Stephen King photo
Emil Cioran photo
Daniel Pennac photo

Argomenti correlati