„Cinzia De Carolis: Vampira“

Argomenti
vampiro
Ed Wood (film) photo
Ed Wood (film)18
regista, sceneggiatore e produttore cinematografico statuni… 1924 - 1978

Citazioni simili

Italo Calvino photo

„I lettori sono i miei vampiri.“

—  Italo Calvino scrittore italiano 1923 - 1985

Luigi Capuana photo

„Un Vampiro di Luigi Capuana“

—  Luigi Capuana scrittore, critico letterario e giornalista italiano 1839 - 1915

Jim Morrison photo

„Gli spettatori di film sono quieti vampiri.“

—  Jim Morrison cantautore e poeta statunitense 1943 - 1971

I Signori e Le Nuove Creature

Gudrun Pausewang photo
Laurell K. Hamilton photo
Gudrun Pausewang photo

„Perché i vampiri evitano come la peste i loro simili che odorano di spinaci.“

—  Gudrun Pausewang scrittrice tedesca 1928 - 2020

p. 44
Basilio, vampiro vegetariano

Stephenie Meyer photo
Stephenie Meyer photo
Carmelo Bene photo
Stephenie Meyer photo
Anne Rice photo
Andrzej Sapkowski photo

„Ma, per dirla col vampiro Regis, procedere senza meta era meglio che stare fermi senza meta, e molto meglio che arretrare senza meta.“

—  Andrzej Sapkowski, libro La torre della rondine

Ranuncolo, cap. 3
La torre della rondine
Variante: Ma, per dirla col vampiro Regis, procedere senza meta era meglio che stare fermi senza meta, e molto meglio che arretrare senza meta

Stephenie Meyer photo
Stephenie Meyer photo
Anne Rice photo
Alessandra Mussolini photo
Anne Rice photo

„Quanti vampiri credi che abbiano la tempra per l'immortalità? Tanto per cominciare, molti hanno dell'immortalità una concezione estremamente squallida. Perché diventando immortali vogliono che tutte le forme della loro vita vengano fissate così come sono e rimangano incorruttibili: carrozze della stessa foggia immutata e affidabile, abiti col taglio che s'addiceva alla loro giovinezza, uomini che si abbigliano e parlano nel modo che hanno sempre capito e apprezzato. Quando, in realtà, tutte queste cose cambiano, tranne il vampiro stesso; ogni cosa, eccetto il vampiro, è soggetta a costante corruzione e alterazione. Presto, se si ha una mentalità rigida, e spesso anche quand'è elastica, l'immortalità diventa una detenzione in un manicomio di figure e di forme irrimediabilmente incomprensibili e prive di valore. Una sera un vampiro si alza e si rende conto di ciò che ha temuto forse per decenni; semplicemente che non vuol più saperne di vivere, a nessun costo. Che qualunque stile o modo o forma di esistenza che gli aveva reso piacevole l'immortalità è stato spazzato via dalla faccia della terra. E che non resta altra fuga dalla disperazione che l'atto di uccidere. E quel vampiro va a morire. Nessuno troverà i suoi resti. Nessuno saprà dov'è andato. E spesso nessuno di quelli che gli sono vicini --sempre che ancora cercasse la compagnia di altri vampiri --nessuno saprà che versa nella disperazione. Avrà cessato da molto tempo di parlare di se stesso o di qualunque altra cosa. Svanirà.“

—  Anne Rice scrittrice statunitense 1941

Armand
Intervista col Vampiro

„Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Etiam egestas wisi a erat. Morbi imperdiet, mauris ac auctor dictum.“

x