„Devo dire che fin da piccolissima i vampiri sono sempre stati tra i miei mostri preferiti. Mi piacciono anche i mutaforme, però forse il vampiro ha più fascino per via anche dei film che guardavo da bambina.“

Estratto da Wikiquote. Ultimo aggiornamento 18 Gennaio 2019. Storia
Laurell K. Hamilton photo
Laurell K. Hamilton41
scrittrice statunitense 1963

Citazioni simili

Jim Morrison photo

„Gli spettatori di film sono quieti vampiri.“

—  Jim Morrison cantautore e poeta statunitense 1943 - 1971

I Signori e Le Nuove Creature

Italo Calvino photo

„I lettori sono i miei vampiri.“

—  Italo Calvino scrittore italiano 1923 - 1985

Paolo Bonolis photo

„Cinzia De Carolis: Vampira“

—  Ed Wood (film) regista, sceneggiatore e produttore cinematografico statunitense 1924 - 1978

Luigi Capuana photo

„Un Vampiro di Luigi Capuana“

—  Luigi Capuana scrittore, critico letterario e giornalista italiano 1839 - 1915

Gudrun Pausewang photo
Gudrun Pausewang photo

„Perché i vampiri evitano come la peste i loro simili che odorano di spinaci.“

—  Gudrun Pausewang scrittrice tedesca 1928 - 2020

Origine: Basilio, vampiro vegetariano, p. 44

Anne Rice photo
Lola Créton photo
Takeshi Kitano photo

„Fellini e Godard sono i miei preferiti. Il paragone è un onore. Però i loro film non li ho mai capiti bene. Mi piacciono sì, ma non li capisco. Forse il mio cervello non è in grado. I miei sono di tutt'altra pasta. Non serve nessun sforzo, non c'è niente da capire, niente da spiegare. Quello che voglio è solo che la gente si diverta. O che si annoi o che si senta frastornata. Annusateli, lasciatevi andare: è solo un film.“

—  Takeshi Kitano regista, sceneggiatore e attore giapponese 1947

da Kitano si celebra in stile felliniano «Ma non capisco il vostro regista» https://web.archive.org/web/20160101000000/http://archiviostorico.corriere.it/2005/settembre/03/Kitano_celebra_stile_felliniano_non_co_9_050903032.shtml, Corriere della sera, 3 settembre 2005

Stephenie Meyer photo
Stephenie Meyer photo
Carmelo Bene photo
Marina Marfoglia photo
Stephenie Meyer photo
Anne Rice photo

„Quanti vampiri credi che abbiano la tempra per l'immortalità? Tanto per cominciare, molti hanno dell'immortalità una concezione estremamente squallida. Perché diventando immortali vogliono che tutte le forme della loro vita vengano fissate così come sono e rimangano incorruttibili: carrozze della stessa foggia immutata e affidabile, abiti col taglio che s'addiceva alla loro giovinezza, uomini che si abbigliano e parlano nel modo che hanno sempre capito e apprezzato. Quando, in realtà, tutte queste cose cambiano, tranne il vampiro stesso; ogni cosa, eccetto il vampiro, è soggetta a costante corruzione e alterazione. Presto, se si ha una mentalità rigida, e spesso anche quand'è elastica, l'immortalità diventa una detenzione in un manicomio di figure e di forme irrimediabilmente incomprensibili e prive di valore. Una sera un vampiro si alza e si rende conto di ciò che ha temuto forse per decenni; semplicemente che non vuol più saperne di vivere, a nessun costo. Che qualunque stile o modo o forma di esistenza che gli aveva reso piacevole l'immortalità è stato spazzato via dalla faccia della terra. E che non resta altra fuga dalla disperazione che l'atto di uccidere. E quel vampiro va a morire. Nessuno troverà i suoi resti. Nessuno saprà dov'è andato. E spesso nessuno di quelli che gli sono vicini --sempre che ancora cercasse la compagnia di altri vampiri --nessuno saprà che versa nella disperazione. Avrà cessato da molto tempo di parlare di se stesso o di qualunque altra cosa. Svanirà.“

—  Anne Rice scrittrice statunitense 1941

Armand
Intervista col Vampiro

Hilary Swank photo

„Ho una mentalità da classe operaia anche nella mia carriera di attrice e non è cambiato nulla neanche dopo aver vinto due Oscar. Però, devo ammetterlo, adesso posso scegliere i film difficili che piacciono a me e sostenerli.“

—  Hilary Swank attrice statunitense 1974

Origine: Citato in Giovanna Grassi, [//www.corriere.it/Primo_Piano/Spettacoli/2007/01_Gennaio/15/swank.shtml Hilary Swank «prof» anti-intolleranza «Una storia vera che può aiutare tutti»], Corriere della Sera, 15 gennaio 2007.

Stephen King photo

Argomenti correlati