Frasi di Davide Van De Sfroos

Davide Van De Sfroos foto

15   22

Davide Van De Sfroos

Data di nascita: 11. Maggio 1965

Davide Van De Sfroos, nome d'arte di Davide Bernasconi , è un cantautore, chitarrista e scrittore italiano.



„Percepisco uno strano formicolio in mezzo agli occhi, e avverto la presenza di quella che ho imparato a chiamare "la Buona Lacrima". La Buona Lacrima sente e vede e, quando lo meriti, si concede. Ti scorre sulla guancia, allorché ricordi di essere parte di un cuore più grande.“ cap. 21

„Gettare via un oggetto è un gesto iniziatico, che cela una necessità insopprimibile: quella di poter scaricare gli stress, i dubbi, le menate e i peccati che sono entrati nel secchio come rospi clandestini durante il nostro cammino. Bestemmiare per la pensione mentre riduci in pezzi delle cassette della frutta, sfogarsi per i problemi con il figlio metre scarichi il camioncino zeppo di lamiere, commentare un matrimonio in crisi mentre tiri una pedata a una poltrona... ecco, questa è la danza della discarica.“ cap. 16


„L'è rüvada la nòcc… negra cumè un cupertón | sigarèta sc'murzàda… | tràda là suta un lampión…“ da La nòcc, n.° 4

„Quando riesco a ricordare una cosa che ho fatto o che mi è capitata, sono in grado di dire anche la bevanda che ho ingollato in quella determinata circostanza. Ho sempre bevuto con una certa attenzione, con una sorta di preoccupazione spesso dettata dal momento che stavo vivendo. Non sono mai stato intrigato dalle sigarette, e neppure dalle canne; la caffeina mi disturba e, di conseguenza, non ho mai usato nemmeno coca o altri eccitanti.
Le bottiglie, però, possiedono un fascino diverso, e quello che contengono può diventare un alleato o un nemico o un delinquente, una fonte di calore conviviale o un drago che sputa fiamme, che ti invita a un gioco alchemico di riti e di umori, di dosi e di scelte, un gioco avvincente come quelli che si celebrano su una scacchiera. Io non gioco a scacchi, ma talvolta bevo, come moltissimi individui in questo paese e in ogni parte del mondo.“ cap. 4

„Tra furtöna e scarógna gh'è una córda che tira | quand el diàul el pica el ciàpa la mira...“ da La balàda del Genesio, n.° 6

„Il mio nome....
– Sì?
– Il mio nome è... Herbert Fanucci.
– Quanti sanno di questo nome?
– Nessuno.
– Come mai l'hai scelto?
– Un insieme di coincidenze.
– Okay, lo valuteremo in ogni dettaglio, e ti diremo se puoi tenerlo.“ cap. 5

„E disum tücc che sérum angeli e che però i gh'han dirutaa | e gh'emm i al tücc stramüsciaa e ripiegaa suta el paltò...“ da Il prigioniero e la Tramontana, n.° 15

„E l'han vedüü spustà la nèbia, sarà una stèla in d'una gabia, | l'hann impicaa e s'è rut el ram el g'ha la pèl culù del föm | e in quarant'ann de manicòmi l'è diventaa mila persón | l'è méa guarii, l'ha méa capii... ma l'ha imparaa a sunà el viulén | E in quarant'ann de manicòmi l'è staa un poo tücc e un poo nissön | ma adèss l'è scià cun sö el cilindro e lü la sa che l'è 'l barón.“ da El Baron, n.° 13


„Ho vedüü tüt el mund e tücc i città | setaa giò in pultróna, saraa dent in cà | Ho vedüü tücc i ròp che han vurüü famm vedé, | ho savüü tücc i ròp che hnn vurüü famm savè, | g'hhoo scià el telecomando e gh'hoo piö de levà sö | ma urmai l'é tròp tardi, urmai en pùdi piö | perché i nàven sö la löna e i purtàven a cà i sàss | e in gir in sö la Tèra segütàven a cupàss.“ da Television, n.° 10

„Televisión, quanti dé, quanti nòcc sö quei pultrón | Televisión, quanti nòcc quanti dé cun quèl butón.“ da Television, n.° 10

„E sèmm partii e sèmm partii, | cumè tocch de védru de un bücér a tòch, | una vita növa quaand finìss el mar | mentre quèla vègia la te pìca i sc'pàl | E sèmm partii...“ da... e semm partii..., n.° 5

„Gh'è una dóna setada giò sö 'sta cazzo de 'na veranda | l'è vestida ancamò de spusa, la gh'ha in man ancamò el fusiil | il suo anello è quel grilletto che ha infilato una volta sola | un tempural de un segund e mèzz e un böcc in un bel vesc'tii...“ da Madame Falena, n.° 1


„Ma se'l demòni el gh'ha 'na butèglia questa dóna l'è 'l so pedriö“ da Il Paradiso dello Scorpione, n.° 2

„Se tutte le volte che ho guardato il cielo, il cielo ha guardato me, io sono un uomo benedetto.“ cap. 21

„L'estate sta finendo. Tra non molto pioverà. Non sappiamo chi siamo. Non sappiamo cosa succederà. Ma un simile bacio se ne frega di questi particolari.“ cap. 17

Autori simili