Frasi di Giorgio Petrocchi

Giorgio Petrocchi foto

5   0

Giorgio Petrocchi

Data di nascita: 13. Agosto 1921
Data di morte: 7. Febbraio 1989

Giorgio Petrocchi è stato un critico letterario italiano.



„Di libri questo scrittore arioso, festoso, "pastoso", ne ha letti tanti, l'ha valutati con giudizio sicuro, azzeccato perché pensato lentamente e pronunciato senza sicumera.“

„[Nelle pagine minori] L'eloquenza è la sua condizione fondamentale, il lessico e la sintassi trovano il loro proprio equilibrio in un giuoco d'incontri verbali misuratissimi, si direbbe persino attuito, comunque alieno da qualsiasi scontro o urto di suoni e di forme.“


„Baldini era lettore e critico che preferiva percorrere le strade all'aperto, e che si poneva innanzi ai testi poetici come un solitario contemplatore di capolavori in una galleria di quadri, proprio di fronte, gustando e rigustando il ritmo e il suono dei versi, l'armonia della prosa, senza sollecitare intermedi di professione come, alla fine, sarebbero gli autori di note, i costruttori di complessi apparati esegetici.“

„Allievo del De Lollis, del Gabetti e del Salvadori, Tecchi seppe ben contemperare nel proprio ingegno d'interprete della letteratura tedesca moderna e contemporanea il rigore filologico-linguistico del primo, la solidità storica del secondo, la caldezza spirituale del Salvadori.“

„Trattando con tanta consapevolezza il motivo dell'intellettuale moderno dinanzi alla religione, il Tecchi non volle ipotizzare in astratto, ma intese scendere nel cuore dei suoi personaggi tenendo d'occhio l'ambiente dove essi operano, l'età drammatica del dopoguerra, e intensificando la propria ricerca sopra raffinati volti di donne.“

Autori simili