Frasi di Paolo Sylos Labini

Paolo Sylos Labini photo
1   0

Paolo Sylos Labini

Data di nascita: 30. Ottobre 1920
Data di morte: 7. Dicembre 2005

Pubblicità

Paolo Sylos Labini è stato un economista italiano.

Autori simili

Pietro Reichlin1
economista italiano
Geminello Alvi photo
Geminello Alvi25
economista e saggista italiano
Maffeo Pantaleoni photo
Maffeo Pantaleoni12
economista e politologo italiano
Mercedes Bresso photo
Mercedes Bresso1
accademica, economista e politica italiana
Melchiorre Gioia photo
Melchiorre Gioia1
economista e politico italiano
Vincenzo Cuoco photo
Vincenzo Cuoco32
scrittore, giurista e politico italiano
Emiliano Brancaccio photo
Emiliano Brancaccio21
economista italiano
Lorenzo Bini Smaghi photo
Lorenzo Bini Smaghi10
economista italiano
Sergio Ricossa photo
Sergio Ricossa36
economista italiano
Tito Boeri photo
Tito Boeri9
economista italiano

Frasi Paolo Sylos Labini

„Per venire ai commenti specifici, sulla giustizia e sulla crisi da cui oggi è investita gioca soprattutto l'eterogeneità ideologica e politica. In tempi recenti si è fatta strada l'idea perniciosa che non esiste e non può esistere una giustizia «obiettiva», che l'elemento ideologico è inevitabilmente presente in tutti gli uomini in quanto animali sociali e quindi anche nei giudici; così stando le cose, è necessaria una «scelta di campo», anche nell'amministrare la giustizia.
Come tutte le idee perniciose, anche questa ha una parte di verità. In quanto membro di una società ed anzi in quanto membro di una classe o di una categoria sociale, ciascuno di noi non può andare esente da condizionamenti ideologici. Ma se la rigorosa obiettività non è possibile, un uomo civile e soprattutto giudice deve rifuggire dal bieco settarismo, deve fare ogni sforzo per tenere sotto controllo le sue preferenze ideologiche e cercare di essere intellettualmente onesto. Viceversa, oggi nella magistratura non sono più eccezioni coloro che si arrendono all'idea del fatale predominio dell'elemento ideologico: né sono pochi – è terribile a dirsi – coloro che per amore di carriera entrano in turpe commercio con influenti uomini politici e, nei fatti, si mettono al loro servizio usando la giustizia penale come arma di ricatto o di persecuzione per togliere di mezzo certe persone in lotte economiche e politiche condotte senza esclusione di colpi. Infine, nel preoccupante quadro della giustizia italiana, troviamo anche, come effetto della rapidissima e tumultuosa espansione delle classi medie, magistrati, fortunatamente non numerosi, che si comportano come liberti, i quali, per dar prova della promozione sociale e della raggiunta indipendenza rispetto agli antichi signori, incriminano uomini di grande notorietà e di elevata posizione sociale non solo quando commettono reati (il che è sacrosanto), ma anche quando gl'indizi sono labili e pretestuosi e si tratta, come poi spesso risulta dopo lunghe e penose vicende, d'intemerati gentiluomini. A volte una tale condotta si combina con quel turpe commercio di cui parlavo poco fa – il liberto perde il pelo, ma non sempre perde il vizio.“

—  Paolo Sylos Labini
p. 36-37

Anniversari di oggi
Malcolm X photo
Malcolm X11
attivista statunitense 1925 - 1965
Julius Evola photo
Julius Evola26
filosofo, pittore e poeta italiano 1898 - 1974
José Martí photo
José Martí7
politico e scrittore cubano 1853 - 1895
Nathaniel Hawthorne photo
Nathaniel Hawthorne37
scrittore statunitense 1804 - 1864
Altri 80 anniversari oggi
Autori simili
Pietro Reichlin1
economista italiano
Geminello Alvi photo
Geminello Alvi25
economista e saggista italiano
Maffeo Pantaleoni photo
Maffeo Pantaleoni12
economista e politologo italiano
Mercedes Bresso photo
Mercedes Bresso1
accademica, economista e politica italiana
Melchiorre Gioia photo
Melchiorre Gioia1
economista e politico italiano