„Vien dietro a me, e lascia dir le genti: | sta come torre ferma, che non crolla | già mai la cima per soffiar di venti; | ché sempre l'omo in cui pensier rampolla | sovra pensier, da sé dilunga il segno, | perché la foga l'un de l'altro insolla.“

Virgilio: V, 13-18

Dante Alighieri photo
Dante Alighieri300
poeta italiano autore della Divina Commedia 1265 - 1321

Citazioni simili

Dante Alighieri photo
Leonida Rèpaci photo
Karl Marx photo
Charles Mackay photo
Sheri S. Tepper photo
Karl Marx photo
Augusto Conti photo
Fernanda Pivano photo
Murray Perahia photo
Dante Alighieri photo
Caparezza photo

„Già che sono un segno di terra | ti lascio a terra con un segno. (da Dalla parte del toro, n. 5)“

—  Caparezza cantautore e rapper italiano 1973

Habemus Capa
Variante: Già che sono un segno di terra ti lascio a terra con un segno. (da Dalla parte del toro, n. 5)

Tito Maccio Plauto photo
Torquato Tasso photo

„Ché nel mondo mutabile e leggiero | costanza è spesso il variar pensiero.“

—  Torquato Tasso, libro Gerusalemme liberata

V, 3
Gerusalemme liberata
Variante: Chè nel mondo mutabile e leggiero,
Costanza è spesso il variar pensiero.

Teofilo Folengo photo

„Speranza è la nutrice de' pensieri.“

—  Teofilo Folengo poeta italiano 1491 - 1544

Origine: Da Orlandino.

Andrea Emo photo
Beppe Grillo photo
Giuseppe Antonio Borgese photo
Luigi Barzini junior photo

„Il tema è attuale [riferendosi alle migrazioni], ma lo è sempre stato nel corso della storia. Già a venti anni dipingevo mendicanti: a me la borghesia non è mai interessata.“

—  Trento Longaretti pittore italiano 1916 - 2017

Origine: Citato in Anna Gandolfi, Addio a Longaretti. Sognava di portare il mare a Bergamo, Corriere della Sera, 8 giugno 2017, p. 35.

John Milton photo

„…; il dubbio e l'orrore sconvolgono | i suoi pensieri turbati, e dal profondo in lui | si agita l'inferno, ché egli si porta l'inferno | dentro di sé ed attorno, e non si può staccare | dall'inferno o da sé di un solo passo, fuggire | mutando luogo.“

—  John Milton, libro Paradiso perduto

Sanesi IV, 17-22
Paradiso perduto
Origine: Citato nel libro La fata delle tenebre in prosa: "Orrore e dubbio confondono i suoi pensieri affranti, e dal profondo l'Inferno gli si agita dentro, poiché l'Inferno ha dentro di sé, l'Inferno attorno a sé, e non c'è passo che valga ad allontanarlo dall'Inferno che in lui alberga".

„Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Etiam egestas wisi a erat. Morbi imperdiet, mauris ac auctor dictum.“

x