„I miei saluti a te, mia Germania.“

Alfred Jodl photo
Alfred Jodl1
generale tedesco 1890 - 1946
Pubblicità

Citazioni simili

Damiano Cunego photo
 Teócrito photo
Pubblicità
August Heinrich Hoffmann von Fallersleben photo
Richard Wagner photo
Torquato Tasso photo
Pietro Canisio photo

„Tu sai, O Signore, quanto intensamente mi affidasti quel giorno la Germania. Da allora la Germania ha occupato sempre più i miei pensieri e ho desiderato ardentemente offrire la mia vita e la mia morte per la salvezza eterna della Germania.“

—  Pietro Canisio gesuita e teologo olandese 1521 - 1597
Pietro Canisio, Epistulae, 1 dalla lettera http://www.vatican.va/holy_father/benedict_xvi/messages/pont-messages/2011/documents/hf_ben-xvi_mes_20110121_vocaciones-lat_it.html di Giovanni Paolo II ai vescovi tedeschi in occasione del IV centenario della morte di s. Pietro Canisio

Friedrich Kellner photo
Uto Ughi photo
Paul Krugman photo
Roberto Lavagna photo

„28 German territorial losses“

—  Martin Gilbert
The First World War: A Complete History

Arthur Schnitzler photo
Giovannino Guareschi photo

„Signora Germania, tu mi hai messo fra i reticolati, e fai la guardia perché io non esca. È inutile signora Germania: io non esco, ma entra chi vuole. Entrano i miei affetti, entrano i miei ricordi. E questo è niente ancora, signora Germania: perché entra anche il buon Dio e mi insegna tutte le cose proibite dai tuoi regolamenti. Signora Germania, tu frughi nel mio sacco e rovisti fra i trucioli del mio pagliericcio. È inutile, signora Germania: tu non puoi trovare niene, e invece lì sono nascosti documenti d'importanza essenziale. La pianta della mia casa, mille immagini del mio passato, il progetto del mio avvenire. E questo è ancora niente, signora Germania. Perché c'è anche una grande carta topografica al 25.000 nella quale è segnato, con estrema precisione, il punto in cui potrò ritrovare la fede nella giustizia divina. Signora Germania, tu ti inquieti con me, ma è inutile. Perché il giorno in cui, presa dall'ia farai baccano con qualcuna delle tue mille macchine e mi distenderai sulla terra, vedrai che dal mio corpo immobile si alzerà un altro me stesso, più bello del primo. E non potrai mettergli un piastrino al collo perché volerà via, oltre il reticolato, e chi s'è visto s'è visto. L'uomo è fatto così, signora Germania: di fuori è una faccenda molto facile da comandare, ma dentro ce n'è un altro e lo comanda soltanto il Padre Eterno. E questa è la fregatura per te, signora Germania.“

—  Giovannino Guareschi scrittore italiano 1908 - 1968
pp. 45-46

David Lloyd George photo

„Credetemi, la Germania non può entrare in guerra.“

—  David Lloyd George politico britannico 1863 - 1945
1° agosto 1934; ultime parole famose

„Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Etiam egestas wisi a erat. Morbi imperdiet, mauris ac auctor dictum.“