Frasi di Torquato Tasso

Torquato Tasso foto

106   3

Torquato Tasso

Data di nascita: 11. Marzo 1544
Data di morte: 25. Aprile 1595

Torquato Tasso è stato un poeta, scrittore e drammaturgo italiano.

La sua opera più importante e conosciuta è la Gerusalemme liberata , in cui vengono cantati gli scontri tra cristiani e musulmani durante la prima crociata, culminanti nella presa cristiana di Gerusalemme.


„Nome e senza soggetto idoli sono, ciò che pregio e valore il mondo appella. La fama che invaghisce a un dolce suono voi superbi mortali e par sì bella, è un'eco, un sogno, anzi del sogno un'ombra, ch'ad ogni vento si dilegua e sgombra.“ libro Gerusalemme liberata

„Perduto è tutto il tempo,
che in amar non si spende;
o mia fuggita etate,
quante vedove notti,
quanti dì solitari,
ho consumato indarno,
che impiegar si potevano in quest’uso,
il qual più replicato è più soave.“
libro Aminta


„Penso e ripenso e nel pensar impazzo; | Levati di costì, testa di....“ citato in Giuseppe Fumagalli, Chi l'ha detto?, Hoepli, 1921, p. 744

„Il rauco suon della tartarea tromba.“ IV, 3

„Sommessi accenti, e tacite parole, | Rotti singulti, e flebili sospiri.“ III, 6

„Difesa miglior ch'usbergo e scudo | è la santa innocenza al petto ignudo.“

„Nulla a tanto intercessor si neghi.“ II, 52

„Di poema dignissima e d'istoria“ XV, 32


„E mentre spunta l'un, l'altro matura.“ XVI, 40

„La morte non è pena de i rei, ma fine de la pena.“

„Soavissimo bacio, del mio lungo servir con tanta fede dolcissima mercede!
Felicissimo ardire de la man che vi tocca tutta tremante il delicato seno,
mentre di bocca in bocca l'anima per dolcezza allor vien meno!“

„Perduto è tutto il tempo che in amor non si spende.“


„Mostra a dito ed onorata andresti | Fra le madri latine e fra le spose | Là nella bella Italia“ VI, 77

„Vergine bella, che dal Re del Cielo | Dell'alma i doni sì graditi avesti; | Che 'l gentil sangue, e i bei sembianti onesti | Sprezzasti, e ciò, ch'offende il caldo, e 'l gelo: | Tu con sì casto amor, sì vero zelo | Voto del nobil core a lui facesti; | Ch'ei sen fè puro tempio, onde prendesti | Le benedette bende, e 'l sacro velo.“

„E quel che 'l bello e 'l caro accresce a l'opre, | l'arte, che tutto fa, nulla si scopre.“ XVI, 9

„La vide, e la conobbe; e restò senza | E voce e moto. Ahi vista! ahi conoscenza!.“ XII, 67

Autori simili