Frasi da libro
Una guerra civile. Saggio storico sulla moralità nella Resistenza

Una guerra civile. Saggio storico sulla moralità nella Resistenza è un saggio dello storico italiano Claudio Pavone, pubblicato per la prima volta nel 1991. Nell'opera l'autore, già partigiano durante la Resistenza, analizza il fenomeno resistenziale nei suoi molteplici aspetti, con scrupolosità e con una ricca documentazione bibliografica, concentrando principalmente l'attenzione sulle motivazioni, i comportamenti, le aspettative e gli obiettivi dei combattenti partigiani. L'autore cerca di spostare il focus storiografico da politico, in cui solo le linee dei partiti sono agenti della storia, a "morale" cioè analizzando i soggetti operanti attraverso le loro motivazioni, aspirazioni, illusioni e speranze. Con questa sua opera Pavone ha significativamente influito sul dibattito storiografico relativo alla Resistenza e al cruciale periodo della storia d'Italia successivo all'armistizio di Cassibile.


„Alle esuberanze del combattentismo rosso si univano in effetti le diffidenze verso quello che rimaneva pur sempre uno Stato borghese, internazionalmente collocato nel campo imperialista. Qualche dubbio sulla piena legalità del dopo liberazione aveva serpeggiato anche nel gruppo dirigente comunista. […] Diffidenze verso Roma, prive di spiccati segni ideologici, erano affiorate in campo azionista. […] L'occultamento delle armi, «sotterfugio» autorizzato «sotto voce» da alcuni capi partigiani comunisti del Nord, fu il modo più immediato in cui si concretizzò la mescolanza di diffidenze e di speranze.“

—  Claudio Pavone, libro Una guerra civile. Saggio storico sulla moralità nella Resistenza

Capitolo ottavo, La politica e l'attesa del futuro, p. 587
Una guerra civile. Saggio storico sulla moralità nella Resistenza
Origine: Quazza, Resistenza e storia d'Italia cit., p. 339.
Origine: Quazza (ibid., p. 342), rinviando alle opere di Kogan e di Delzell, parla di una consegna delle armi avvenuta solo per il 60 per cento. La grande quantità di armi sequestrate dagli Alleati entro la fine di settembre – 215 000 fucili, 12 000 mitra, 5000 mitragliatrici, 760 bazooka, 12 autoblinde, 217 cannoni, ma solo 5000 pistole – è stata ritenuta un indice della forza raggiunta dalla Resistenza (Ginsborg, Storia d'Italia dal dopoguerra a oggi cit., I, pp. 89-90, che rinvia ai dati forniti da C. R. S. Harris, Allied Military Administration of Italy I943-45, H. M. Stationery Office, London 1957, p. 358). Le vicende del proprio parabello sono raccontate da L. Meneghello come indicative del clima del dopoguerra (Bau-sète cit., pp . 49-50). In alcune delle testimonianze raccolte da Portelli in Biografia di una città cit., al prudente silenzio dei primi anni si è sostituita la spavalda rivendicazione. Mario Filipponi parla ad esempio di «tonnellate» di armi nascoste e racconta di un segretario di federazione che diceva «non sarà oggi, sarà fra un anno, fra cinque, le armi dobbiamo prenderle in mano» (p. 299). Le punte più spinte delle reazioni all'attentato a Togliatti del 14 luglio 1948 – Genova, Piombino – vanno lette anche in questa chiave.

Autori simili

Claudio Pavone photo
Claudio Pavone9
storico e partigiano italiano 1920 - 2016
Primo Mazzolari photo
Primo Mazzolari80
presbitero, scrittore e partigiano italiano
Italo Calvino photo
Italo Calvino320
scrittore italiano
Joseph Campbell photo
Joseph Campbell4
saggista e storico delle religioni statunitense
Umberto Eco photo
Umberto Eco257
semiologo, filosofo e scrittore italiano
Sandro Pertini photo
Sandro Pertini62
7º Presidente della Repubblica Italiana
Alexandr Isajevič Solženicyn photo
Alexandr Isajevič Solženicyn19
scrittore, drammaturgo e storico russo
Carlo Rubbia photo
Carlo Rubbia18
fisico italiano
Romano Battaglia photo
Romano Battaglia141
scrittore italiano
Alda Merini photo
Alda Merini295
poetessa italiana
Autori simili
Claudio Pavone photo
Claudio Pavone9
storico e partigiano italiano 1920 - 2016
Primo Mazzolari photo
Primo Mazzolari80
presbitero, scrittore e partigiano italiano
Italo Calvino photo
Italo Calvino320
scrittore italiano
Joseph Campbell photo
Joseph Campbell4
saggista e storico delle religioni statunitense
Umberto Eco photo
Umberto Eco257
semiologo, filosofo e scrittore italiano