Frasi di Ferdinand Marcos

Ferdinand Marcos foto
0  0

Ferdinand Marcos

Data di nascita: 11. Settembre 1917
Data di morte: 28. Settembre 1989

Pubblicità

Ferdinand Emmanuel Edralin Marcos è stato un politico, avvocato, militare e dittatore filippino, 10º presidente delle Filippine.

Nativo della città di Sarrat, nell'estremo nord del Paese, Marcos visse un'avventurosa giovinezza e studiò giurisprudenza all'Università delle Filippine. Affermò di aver partecipato alle attività anti-nipponiche tra il 1942 e il 1945 durante la Seconda guerra mondiale e di aver svolto un ruolo fondamentale nel movimento di resistenza filippina. Le sue 33 medaglie ottenute lo resero il soldato più decorato della storia filippina. Sulla base di queste esperienze che contribuirono ai incrementare la sua popolarità, iniziò la carriera politica: nel 1946 divenne assistente del primo Presidente della Repubblica indipendente delle Filippine, Manuel Roxas; fu quindi membro della Camera dei Rappresentanti, il Parlamento filippino, dal 1949 al 1959 e successivamente entrò a far parte del Senato. Come Senatore propose un elevato numero di leggi e divenne uno delle figure di spicco del Partito Liberale. Vinse le elezioni presidenziali del 1965, 1969 e 1981, rimanendo in carica ininterrottamente dal dicembre 1965 al febbraio 1986. È stato il primo dei due unici presidenti filippini a rassegnare le dimissioni dalla massima carica dello Stato insieme a Joseph Estrada, nonché l'unico ad essere eletto per tre mandati.

Marcos avviò un ambizioso progetto di opere pubbliche e di intensificazione nella riscossione delle imposte che condusse il Paese verso un periodo di prosperità economica per tutti gli anni settanta. Dopo la sua prima rielezione, gli oppositori di Marcos bloccarono i suoi ambiziosi piani e la prosperità politica venne scossa con la graduale comparsa di una guerriglia comunista e un'altra musulmana; per fronteggiare l'aumento della criminalità e della disobbedienza civile e con la minaccia di un'insurrezione comunista guidata dai gruppi NPA e Partito Comunista delle Filippine, Marcos dichiarò la legge marziale il 21 settembre 1972 in virtù della Proclamazione n. 1081. Affermò che la legge marziale era il preludio per la creazione di un Bagong Lipunan basata su nuovi valori sociali e politici. Mosso da una fede fortemente anti-comunista, il Presidente decretò la riduzione della libertà di stampa e di altre libertà civili, chiuse il Congresso e aziende nel campo dei media, ordinò l'arresto dei leader dell'opposizione e gli attivisti militanti accusati di istigazione alla violenza, tra cui i senatori a lui più critici come Benigno Aquino Jr., Jovito Salonga e José Diokno. La proclamazione della legge marziale venne ben accolta inizialmente. Il tasso di criminalità diminuì profondamente dopo aver attuato il coprifuoco. Molti oppositori politici furono costretti all'esilio.

La legge marziale venne revocata ufficialmente il 17 gennaio 1981 e sei mesi dopo Marcos venne rieletto per un terzo mandato della durata di 6 anni. In seguito alla delicata situazione venutasi a creare dopo l'assassinio di Benigno Aquino nel 1983 e all'aumento dell'insoddisfazione popolare, iniziò il declino del governo Marcos, con la pressione da parte degli Stati Uniti che culminò con le elezioni anticipate nel febbraio 1986, dove il Presidente venne nuovamente dichiarato vincitore. La vedova di Benigno Aquino, Corazón Aquino, e i suoi sostenitori denunciarono i risultati ufficiali e diedero inizio a una pacifica sollevazione civile e militare. La rivoluzione del Rosario e le massicce e oramai incontrollabili proteste costrinsero Marcos ad abbandonare la presidenza il 25 febbraio 1986 e a partire con la moglie Imelda in esilio per le Hawaii, dove morì il 28 settembre 1989.Figura estremamente polarizzante e spesso travisata, Ferdinand Marcos rimane uno dei presidenti più controversi della storia delle Filippine. Benché l'imposizione della legge marziale sia stata criticata e il suo regime sia stato accusato pesantemente di corruzione e di numerose violazioni dei diritti umani, nei suoi 20 anni al potere Marcos fu in grado di erigere più scuole, ospedali e infrastrutture di tutti i presidenti che lo precedettero messi assieme. Malgrado le centinaia di incriminazioni lanciate contro Marcos dopo la sua caduta, egli non fu mai giudicato colpevole. I coniugi Marcos, accusati di appropriazione indebita, furono assolti da una grand jury di Manhattan nel 1988. Sin da allora i loro figli Ferdinand Jr. ed Imee sono entrati a loro volta nello scenario politico del paese.

Frasi Ferdinand Marcos

„Of what good is democracy if it is not for the poor?“

— Ferdinand Marcos
"Notes on the New Society of the Philippines" (1973)

Pubblicità

„I claim the right not to incriminate myself.“

— Ferdinand Marcos
At a press conference with government lawyers, Hawaii, when questioned about invoking the 5th amendment repeatedly, 1987

Pubblicità

„I claim the right not to incriminate myself.“

— Ferdinand Marcos
At a press conference with government lawyers, Hawaii, when questioned about invoking the 5th amendment repeatedly, 1987

„I claim the right not to incriminate myself.“

— Ferdinand Marcos
At a press conference with government lawyers, Hawaii, when questioned about invoking the 5th amendment repeatedly, 1987

Pubblicità
Avanti
Anniversari di oggi
Vinicio Capossela foto
Vinicio Capossela45
cantautore e polistrumentista italiano 1965
Errico Malatesta foto
Errico Malatesta15
anarchico e scrittore italiano 1853 - 1932
Giovanni della Croce foto
Giovanni della Croce28
sacerdote e poeta spagnolo 1542 - 1591
Peter O'Toole foto
Peter O'Toole6
attore irlandese 1932 - 2013
Altri 69 anniversari oggi
Autori simili
Ferdinando Magellano foto
Ferdinando Magellano1
navigatore ed esploratore portoghese
Massimo Polledri2
politico italiano
Gianluca Buonanno foto
Gianluca Buonanno12
politico italiano
Antonino Lo Presti foto
Antonino Lo Presti3
avvocato e politico italiano
Luca Sani foto
Luca Sani1
politico italiano
Fiorentino Sullo8
politico italiano
Antonio Razzi foto
Antonio Razzi18
politico italiano
Girgis Giorgio Sorial foto
Girgis Giorgio Sorial4
politico italiano