Frasi di Gaspara Stampa

Gaspara Stampa foto

6   0

Gaspara Stampa

Data di nascita: 1523
Data di morte: 23. Aprile 1554

Gaspara Stampa è stata una poetessa italiana.


„Rivolgete talor pietoso gli occhi | da le vostre bellezze a le mie pene, | sì che quanta alterezza indi vi viene, | tanta quindi pietate il cor vi tocchi. | Vedrete qual martir indi mi fiocchhi, | vderete vòte le faretre e piene, | che preste a' danni miei sempre Amor tiene, | quando avien che ver' me l'arco suo scocchi.“ 22. [XXII], p. 18-19

„Arsi, piansi, cantai; piango, ardo e canto; | piangerò, arderò, canterò sempre | (fin che Morte o Fortuna o tempo stempre |a l'ingegno, occhi e cor, stil, foco e pianto) | la bellezza, il valor e 'l senno a canto. | che 'n vaghe, sagge ed onorate tempre | Amor, natura e studio par che tempre | nel volto, petto e cor del lume santo...“ 26. XXVI, p. 20


„Io assomiglio il mio signor al cielo | meco sovente. Il suo bel viso è 'l sole; | gli occhi, le stelle; e 'l suon de le parole | è l'armonia, che fa 'l signor di Delo!“ 5. [V], p. 12

„Trâmi – dico ad Amor talora – omai | fuor de le man di questo crudo ed empio, | che vive del mio danno e del mio scempio, | per chi arsi ed ardo ancor, canto e cantai.“ 25. [XXV], p. 19-20

„Prendi, Amor, de' tuoi lacci il più possente, | che non abbia né schermo, né difesa, | onde Evadne e Penelope fu presa, | e lega il mio signor novellamente.“ 79. [LXXIX], p. 39

„E come in ciel gran refrigerio e vita | dal volto Suo solete vo fruire, | tal io qua giù da la beltà infinita. | In questo sol vincete il mio gioire, | che la vostra è eterna e stabilita, | e la mia gloria può tosto finire.“ 17. [XVII], p. 17

Autori simili