Frasi di Giovanni Titta Rosa

4   0

Giovanni Titta Rosa

Data di nascita: 1891
Data di morte: 7. Gennaio 1972

Giovanni Battista Rosa noto come Giovanni Titta Rosa è stato uno scrittore e critico letterario italiano.


„…queste tele di Philippone ci prendono con il loro dominante impeto figurativo senza possibilità di sottrarcene; così prensile è la loro vigoria formale, e caldo e ricco lo splendore della sua tavolozza. (Giovanni Titta Rosa 1964 presentazione personale Galleria Burdeke. Zurigo).“

„Qui [Sede della Fiera] un pomeriggo del '28, durante uno dei suoi non frequenti soggiorni milanesi in casa del suo amico senatore Alessandro Casati era venuto a trovarci Benedetto Croce. O forse, invece che a a trovar noi – cosa che ci lusingò estremamente quando ce lo disse – era venuto per dare qualche sbirciatina al «piccolo antiquariato» ch'era diretto da un amico nostro, arguto ed eloquente conversatore, e talvolta scontroso «spirito bizzarro.“


„Nell'ultimo numero della «Fiera» c'era un articolo mio sul «Compagno dagli occhi senza cigli», e un ritratto di Gabriele, con la bianca divisa di «comandante», la mano al fianco. Don Benedetto sorrise della posa, scorse l'articolo, dove c'era un riferimento al Foscolo.“

„E un altro sorrisetto, ma un po' più sardonico, regalò a un ritratto di Valéry che illustrava un articolo sui «Charmes». «Vi pare un poeta?» ci chiese. Osammo rispondere di sì. «Fa a volte bei versi, ma li fabbrica con la macchina dell'intelletto... Ma anche l'intelletto suo è disorganico, frammentario. È un dilettante dell'intelligenza». Restammo perplessi, forse impersuasi. E forse se ne accorse, ma finse di niente, e continuò a conversare amabilmente.“

Autori simili