„Fabbrica troppo in basso chi fabbrica al di sotto delle stelle.“

Pensieri notturni

Originale

Too low they build who build beneath the stars.

Reported in Josiah Hotchkiss Gilbert, Dictionary of Burning Words of Brilliant Writers (1895), p. 206.
Night-Thoughts (1742–1745), Night VIII

Estratto da Wikiquote. Ultimo aggiornamento 21 Maggio 2020. Storia
Argomenti
fabbrica, stella, basso
Edward Young photo
Edward Young13
poeta britannico 1683 - 1765

Citazioni simili

Lorenzo Magalotti photo

„Chi fabbrica su l'amore, fabbrica sul fango.“

—  Lorenzo Magalotti scienziato, letterato e diplomatico italiano 1637 - 1712

Lettere sopra i buccheri

Bruce Springsteen photo

„La fabbrica prende il suo udito, la fabbrica gli restituisce in cambio la vita“

—  Bruce Springsteen musicista e cantautore statunitense 1949

Darkness on the Edge of Town

Nicolás Gómez Dávila photo
Frances Moore Lappé photo

„fabbriche di proteine alla rovescia.“

—  Frances Moore Lappé attivista e scrittrice statunitense 1944

„Ho comprato una Fiat perché in omaggio c'era una fabbrica.“

—  Rocco Barbaro comico e cabarettista italiano 1955

Senza fonte

Sergiu Celibidache photo

„Arturo Toscanini? Una fabbrica di note.“

—  Sergiu Celibidache direttore d'orchestra romeno 1912 - 1996

Thomas Bernhard photo

„Le scuole sono soltanto fabbriche di imbecillità e di depravazione.“

—  Thomas Bernhard scrittore, romanziere e drammaturgo austriaco 1931 - 1989

Un bambino

Andrea Camilleri photo
Gianna Nannini photo
Simone Weil photo

„Il padrone è schiavo dello schiavo nel senso che lo schiavo fabbrica il padrone.“

—  Simone Weil, libro L'ombra e la grazia

Origine: L'ombra e la grazia, p. 181

Simone Weil photo

„Laggiù [in fabbrica] mi è stato impresso per sempre il marchio della schiavitù.“

—  Simone Weil, libro Attesa di Dio

Origine: Attesa di Dio, p. 29

Massimo Gramellini photo
Irène Némirovsky photo
Jack Kerouac photo

„Qualcosa di eterno rimuginava nei tristi comignoli rossi delle fabbriche.“

—  Jack Kerouac, libro Maggie Cassidy

Origine: Maggie Cassidy, p. 174

Graham Greene photo
Michel De Montaigne photo

Argomenti correlati