„Ma l'amore non fa baratti da mercato, né usa la bilancia del merciaiolo. La sua gioia, come la gioia dell'intelletto, è di sentirsi vivo. Il fine dell'Amore è amare; niente di più e niente di meno.“

—  Oscar Wilde, libro De profundis, De profundis, 1966
Oscar Wilde photo
Oscar Wilde313
poeta, aforista e scrittore irlandese 1854 - 1900
Pubblicità

Citazioni simili

Papa Benedetto XVI photo

„L'amore produce gioia, e la gioia è una forma d'amore.“

—  Papa Benedetto XVI 265° vescovo di Roma e papa della Chiesa cattolica 1927
Messaggi

Madre Teresa di Calcutta photo
Pubblicità
Elias Canetti photo

„La gioia diabolica dei morti, perché di loro non sappiamo niente.“

—  Elias Canetti scrittore, saggista e aforista bulgaro 1905 - 1994
La tortura delle mosche

Erich Fromm photo
Luigi Tenco photo
Johann Wolfgang von Goethe photo
 Elisa photo

„L'amore è tutto, tutto ciò che vogliamo, una cascata di pura gioia.“

—  Elisa cantautrice, polistrumentista e produttrice discografica italiana 1977
Pearl days

Clive Staples Lewis photo
Papa Benedetto XVI photo
Papa Benedetto XVI photo
Leo Longanesi photo

„L'amore è l'attesa di una gioia che quando arriva annoia.“

—  Leo Longanesi giornalista, pittore e disegnatore italiano 1905 - 1957
da Una vita, Longanesi

Brunori Sas photo
 Nesli photo

„Guarda l'amore cosa fa, non sono niente i ricordi di fronte a quello che verrà.“

—  Nesli rapper, beatmaker e cantautore italiano 1980
da Guarda l'amore cosa fa, n. 10

Magdeleine Hutin photo
Frigyes Karinthy photo

„Oltre a ciò che tutti sanno di un cane pechinese | vi dico davvero che quello zero di vituccia evanescente nelle mie palme | è stato niente di più e niente di meno che il puro amore stesso, | è stato sì, davvero, quel certo amore che con devota estasi | ed in lotte strazianti brama e insegue l'anima assetata | perché vuole fiammeggiare come roveto, | perché vuol boccheggiare come i pesci di Francesco. | Eccolo, è qui, ingenuo e minuto, scintillante e trasparente | come un pizzico di radio attivo estratto da centinaia di quintali di pece. | Non ha niente, né cervello né cuore, è solo amore, | più non ci sono ragioni o istinti, c'è solo l'amore. | Non ha neppure vita più, nemmeno vuole vivere, solo amare vuole. | Amore senza anima, senza sensi, senza vita. | In verità vi dico che anche a noi uomini farebbe bene amare così. | Lo so, vorremmo amarci, amare gli uni e gli altri e non noi stessi, | gli uni e gli altri e non quell'io fastidioso al quale siamo legati a vita. | Sarebbe bello amare, amare un altro e non compiangere sempre noi stessi. | So che siete buoni, ragazzi, buoni sotto quelle larve sfigurate dalla cattiveria. | Attendi, è vero, mio assassino, attendi, è vero, la mia morte? | Sarebbe bello amare, sarebbe bello, ma tu ti tormenti mentre sai che vivo. | Tutti aspettate insieme con me il momento d'amarmi, | ma morire io devo perché voi possiate amarmi, ricordarmi con lacrime.“

—  Frigyes Karinthy scrittore, poeta e drammaturgo ungherese 1887 - 1938
da Tommy, Monologo ingenuo sul cuore di un cane Source: In Mario De Micheli e Eva Rossi, Poesia ungherese del Novecento, Schwarz editore, Milano, 1960, p. 94.

„Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Etiam egestas wisi a erat. Morbi imperdiet, mauris ac auctor dictum.“