„Tutto è a me sottomesso, io a niente; io sono al disopra di ogni desiderio; sono tranquillo; conosco la mia potenza: mi basta di averne coscienza…“

scena II
Il Cavaliere Avaro

Estratto da Wikiquote. Ultimo aggiornamento 21 Maggio 2020. Storia
Alexander Sergejevič Puškin photo
Alexander Sergejevič Puškin42
poeta, saggista, scrittore e drammaturgo russo 1799 - 1837

Citazioni simili

Emil Cioran photo
Primo Mazzolari photo
Felice Cavallotti photo

„Coscienze inquiete, rispettate le coscienze tranquille.“

—  Felice Cavallotti poeta, drammaturgo e politico italiano 1842 - 1898

citato in Giuseppe Fumagalli, Chi l'ha detto?, Hoepli, 1921, p. 75

Raymond Leo Burke photo
Albert Schweitzer photo

„La coscienza tranquilla è un'invenzione del diavolo.“

—  Albert Schweitzer medico, teologo, musicista e missionario luterano tedesco, di origine francese alsaziana 1875 - 1965

Origine: Da The Philosophy of Civilisation.

John Wooden photo

„Non vi è cuscino più morbido di una coscienza tranquilla.“

—  John Wooden allenatore di pallacanestro e cestista statunitense 1910 - 2010

Origine: Citato in Enzo Biagi, Buoni cattivi: esiste ancora una morale valida per tutti?, Biblioteca Universale Rizzoli, Milano, 1991, p. 207. ISBN 88-17-11549-5

Luigi Pirandello photo
Bob Dylan photo

„[POPOLARITA']"Non ci presto nessuna attenzione. Proprio non lo faccio. La vita è fin troppo breve e cos'è che la gente desidera più di ogni altra cosa? Vuole il tuo autografo… Nessuno di loro mi conosce e io non conosco loro. Mi vengono incontro e sono convinti di conoscermi soltanto perché io ho scritto determinate canzoni, che magari a loro hanno dato noia, e delle quali la loro mente si è subito sbarazzata. Non hanno niente a che fare con me, continuano a non conoscermi, e io continuo a non conoscere loro, e quelli mi vengono incontro come se fossi un loro fratello o sorella che non vedono da un pezzo. Questa è una cosa che non ha niente a che fare con me – credo che potrei facilmente dimostrarlo al cospetto di qualsiasi tribunale“

—  Bob Dylan cantautore e compositore statunitense 1941

1986)
Variante: [POPOLARITA']"Non ci presto nessuna attenzione. Proprio non lo faccio. La vita è fin troppo breve e cos'è che la gente desidera più di ogni altra cosa? Vuole il tuo autografo... Nessuno di loro mi conosce e io non conosco loro. Mi vengono incontro e sono convinti di conoscermi soltanto perché io ho scritto determinate canzoni, che magari a loro hanno dato noia, e delle quali la loro mente si è subito sbarazzata. Non hanno niente a che fare con me, continuano a non conoscermi, e io continuo a non conoscere loro, e quelli mi vengono incontro come se fossi un loro fratello o sorella che non vedono da un pezzo. Questa è una cosa che non ha niente a che fare con me – credo che potrei facilmente dimostrarlo al cospetto di qualsiasi tribunale"

Friedrich Nietzsche photo
Silvio Berlusconi photo

„[Sull'uso di droghe] Sono la persona più realista che si conosca e quindi non c'è nulla di più lontano da me che il desiderio di staccarmi dalla realtà.“

—  Silvio Berlusconi politico e imprenditore italiano 1936

2006
Origine: Dalla trasmissione televisiva Porta a Porta, Rai 1, 31 gennaio 2006; citato in Berlusconi ha detto: (anno 2006) http://cinquantamila.corriere.it/storyTellerThread.php?threadId=Frasario2006, a cura di Marzia Amico, Jessica D'Ercole, Daria Egidi e Roberta Mercuri, Corriere.it.

Italo Calvino photo
Pierre Gamarra photo
Francesco Giuseppe I d'Austria photo
Friedrich Nietzsche photo

„Ridere. – Ridere significa godere dell'altrui sofferenza, ma con la coscienza tranquilla.“

—  Friedrich Nietzsche filosofo, poeta, saggista, compositore e filologo tedesco 1844 - 1900

200; 2007

Oriana Fallaci photo

„Con la sua stessa potenza [la Coscienza] dispiega l'universo su sé stessa come su una parete.“

—  Kṣemarāja filosofo indiano 975 - 1025

2
Pratyabhijñāhṛdayaṃ

Sándor Weöres photo

„«Ciò che dai a me, lo dai a tutti» proclama la potenza terrena. «Ciò che dai a tutti, lo dai a me», proclama la potenza celeste.“

—  Sándor Weöres 1913 - 1989

da Teljiesség felé, Verso la compitezza, Ruzicska, capitolo LX, p. 742
Citato in Storia della letteratura ungherese

Enzo Biagi photo

Argomenti correlati