„C'ero quando ho fatto male c'ero anche quando mi hanno fatto male.“

da Nel tempo, n. 3
Arrivederci, mostro!

Estratto da Wikiquote. Ultimo aggiornamento 21 Maggio 2020. Storia
Argomenti
fatto, male, tempo
Luciano Ligabue photo
Luciano Ligabue343
cantautore italiano 1960

Citazioni simili

Luca Ward photo

„È il nostro destino: di doppiaggio se ne parla quando è fatto male.“

—  Luca Ward attore, doppiatore e direttore del doppiaggio italiano 1960

Charles Baudelaire photo
Roberto Gervaso photo
Questa traduzione è in attesa di revisione. È corretto?
Jane Austen photo

„Fatto male, Emma!“

—  Jane Austen scrittrice britannica 1775 - 1817

Stephen King photo

„È fatto male tutto quello che uno fa contando sulla fortuna!“

—  Publilio Siro scrittore e drammaturgo romano

Tutto ciò che si fa confidando nella fortuna, è mal fatto.
Sententiae
Originale: (la) Male geritur, quidquid geritur fortunae fide.

Roberto Gervaso photo

„L'altruista è uno che ha fatto male i propri conti.“

—  Roberto Gervaso storico, scrittore, giornalista 1937

Il grillo parlante

Dente (cantante) photo
Thomas Stearns Eliot photo
Charles Manson photo

„Non ho fatto nulla di cui vergognarmi. Nulla che mi impedisse di guardare in faccia Dio. Non avrei fatto del male a una mosca.“

—  Charles Manson Criminale statunitense 1934 - 2017

Origine: In AA.VV., Il libro del crimine, traduzione di Martina Dominici, Gribaudo, 2018. ISBN 9788858019412

Jeanette Winterson photo
Diego Armando Maradona photo

„Ho fatto quello che ho potuto, non credo di essere andato così male.“

—  Diego Armando Maradona allenatore di calcio e calciatore argentino 1960

libro Io sono El Diego

Giovanni Allevi photo
José Saramago photo
Gustave Flaubert photo

„STAMPA. Scoperta meravigliosa. Ha fatto più male che bene.“

—  Gustave Flaubert scrittore francese 1821 - 1880

Dizionario dei luoghi comuni

Epicuro photo

„Il male, dunque, che più ci spaventa, la morte, non è nulla per noi, perché quando ci siamo noi non c'è lei, e quando c'è lei non ci siamo più noi.“

—  Epicuro, Lettera a Meneceo

Tὸ φρικωδέστατον οὖν τῶν κακῶν ὁ θάνατος οὐθὲν πρὸς ἡμᾶς, ἐπειδήεπερ ὅταν μὲν ἡμεῖς ὦμεν, ὁ θάνατος oὐ πάρεστιν, ὅταν δὲ ὁ θάνατος παρῇ, τόθ' ἡμεῖς οὐκ ἐσμέν.
Lettera a Meneceo (sulla felicità)

Argomenti correlati