„Leggere, in fondo, non vuol dire altro che creare un piccolo giardino all'interno della nostra memoria. Ogni bel libro porta qualche elemento, un'aiuola, un viale, una panchina sulla quale riposarsi quando si è stanchi. Anno dopo anno, lettura dopo lettura, il giardino si trasforma in parco e, in questo parco, può capitare di trovarci qualcun altro.“

Cara Mathilda. Lettere a un'amica

Citazioni simili

Gianni Rodari photo
Richard Bach photo

„Un libro non è mai finito. È sempre lì, in attesa che qualcuno lo migliori ancora dopo una nuova lettura.“

—  Richard Bach scrittore 1936

Origine: Da Prefazione alla seconda edizione (1972) in Straniero alla terra, p. 8.

Horace Mann photo
Jane Austen photo
Majgull Axelsson photo
Sebastian Giovinco photo
Lin Yutang photo
Günter Grass photo
Andrea Emo photo
Charlie Chaplin photo

„Tutto quello che mi serve per creare una comica è un parco, un poliziotto e una bella ragazza.“

—  Charlie Chaplin attore, regista, sceneggiatore, compositore e produttore britannico 1889 - 1977

Umberto Piersanti photo
Stephen King photo
Leonardo Sciascia photo
Giorgio Manganelli photo
Nick Hornby photo
Edward Morgan Forster photo
Alberto Manguel photo
Arthur Miller photo

„Credo che noi in America siamo arrivati alla fine di uno sviluppo, perché ci ripetiamo un anno dopo l'altro, benché nessuno sembri accorgersene.“

—  Arthur Miller drammaturgo, scrittore e pubblicista statunitense 1915 - 2005

Origine: Citato in Ernst Fischer, L'arte è necessaria? (Von der Notwendigkeit der Kunst), traduzione di Fausto Codino, Editori Riuniti, Roma 1975.

„Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Etiam egestas wisi a erat. Morbi imperdiet, mauris ac auctor dictum.“

x