„Le poste sono come le unghie e i capelli. Quando uno muore quelli continuano a crescere. E così fanno lettere e bollette. Continuano ad arrivare al destinatario anche se è già sottoterra.“

Pista nera

Ultimo aggiornamento 22 Maggio 2020. Storia
Antonio Manzini photo
Antonio Manzini11
attore, sceneggiatore e regista italiano 1964

Citazioni simili

Sándor Márai photo
Tuilaepa Aiono Sailele Malielegaoi photo

„I transessuali sono gloriosi e splendenti miracoli di Dio, che noi uomini non possiamo non trovare attraenti. Con i loro capelli biondi, il rossetto lucente e le borsette Gucci, continuano a conquistarci. La loro natura sessuale è rivelata solo dai polpacci muscolosi, rafforzati da anni di rugby.“

—  Tuilaepa Aiono Sailele Malielegaoi politico samoano 1945

citato in Andrea Sorrentino, Johnny, uno stopper speciale è il primo trans da Mondiali http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2011/11/26/johnny-uno-stopper-speciale-il-primo-trans.html, la Repubbilica, 26 novembre 2011

Roberto Vecchioni photo
Steve Harris photo

„Per tagliarsi i capelli bastano due minuti, ma per farseli crescere così non bastano due anni.“

—  Steve Harris bassista inglese 1956

in risposta alle condizioni contrattuali della EMI che li volevano "più punk"
Senza fonte

Laurie Halse Anderson photo
Luciano Ligabue photo
Ronaldo photo
Giobbe Covatta photo
Costanzo Preve photo

„Le proposte sono tutte irricevibili se il destinatario è irriformabile.“

—  Costanzo Preve filosofo e saggista italiano 1943 - 2013

da Storia critica del marxismo, p. 203

Paul Léautaud photo

„Quando non si hanno più capelli, si trovano ridicoli i capelli lunghi.“

—  Paul Léautaud scrittore e critico teatrale francese 1872 - 1956

citato in Salvo Franchina, Calvizie: nuova frontiera con cellule staminali http://www.liquidarea.com/2013/12/calvizie-nuova-frontiera-con-cellule-staminali/, Liquidarea.com, 20 dicembre 2013

Tito Lívio photo

„Certamente nemmeno il destinatario di un dono può esserne soddisfatto se chi lo concede sa di poterlo riprendere quando vuole.“

—  Tito Lívio, libro Ab Urbe condita libri

XLV, 44; 1997
Ne cui detur quidem, gratum esse donum posse, quod eum, qui det, ubi velit, ablaturum esse sciat.
Ab urbe condita, Libro XLI – Libro CXL

Gaio Svetonio Tranquillo photo
Eric Steven Raymond photo
Italo Calvino photo

„Tu butti fuori certi peti piú puzzolenti dei miei, cadavere. Non so perché tutti ti compiangano. Cosa ti manca? Prima ti muovevi, ora il tuo movimento passa ai vermi che tu nutri. Crescevi unghie e capelli: ora colerai liquame che farà crescere piú alte nel sole le erbe del prato. Diventerai erba, poi latte delle mucche che mangeranno l'erba, sangue di bambino che ha bevuto il latte, e così via. Vedi che sei piú bravo a vivere tu di me, o cadavere?»“

—  Italo Calvino, libro Il cavaliere inesistente

p. 64
Variante: Gurdulù trascina un morto e pensa: "Butti fuori certi peti più puzzolenti dei miei, cadavere. Non so perché tutti ti compiangano. Cosa ti manca? Prima ti muovevi, ora il tuo movimento passa ai vermi che tu nutri. Crescevi unghie e capelli: ora colerai liquame che farà crescere più alte nel sole le erbe del prato. Diventerai erba, poi latte delle mucche che mangeranno l'erba, sangue di bambino che ha bevuto il latte e così via. Vedi che sei più bravo a vivere tu di me, o cadavere?

Luca Raffaelli photo
Bill Watterson photo
Theodor W. Adorno photo
Albert Einstein photo
Antonio Rezza photo

Argomenti correlati