Frasi da libro
Discorso sul metodo

CartesioTitolo originale Discours de la méthode pour bien conduire sa raison, et chercher la vérité dans les sciences (Francese, 1637)

Il Discorso sul metodo è la prima opera pubblicata da René Descartes in forma anonima e in francese nel 1637 a Leida congiuntamente a tre saggi scientifici La diottrica, Le meteore, La geometria, dei quali costituisce la prefazione. Il discorso è quindi da considerarsi come «un tutt'uno con i saggi».Il titolo originale prova questo intento di unitarietà dell'opera: "Discours de la méthode pour bien conduire sa raison, et chercher la verité dans les sciences Plus la Dioptrique, les Meteores, et la Geometrie qui sont des essais de cete Methode"


Cartesio photo
Cartesio photo
Cartesio photo
Cartesio photo
Cartesio photo
Cartesio photo
Cartesio photo
Cartesio photo

„[I criteri per distinguere una macchina da un essere umano] Qui in particolare mi ero fermato per far vedere che se ci fossero macchine con organi e forma di scimmia o di qualche altro animale privo di ragione, non avremmo nessun mezzo per accorgerci che non sono in tutto uguali a questi animali; mentre se ce ne fossero di somiglianti ai nostri corpi e capaci di imitare le nostre azioni per quanto è di fatto possibile, ci resterebbero sempre due mezzi sicurissimi per riconoscere che, non per questo, sono uomini veri. In primo luogo, non potrebbero mai usare parole o altri segni combinandoli come facciamo noi per comunicare agli altri i nostri pensieri. Perché si può ben concepire che una macchina sia fatta in modo tale da proferire parole, e ne proferisca anzi in relazione a movimenti corporei che provochino qualche cambiamento nei suoi organi; che chieda, ad esempio, che cosa si vuole da lei se la si tocca in qualche punto, o se si tocca in un altro gridi che le si fa male e così via; ma non si può immaginare che possa combinarle in modi diversi per rispondere al senso di tutto quel che si dice in sua presenza, come possono fare gli uomini, anche i più ottusi. L'altro criterio è che quando pure facessero molte cose altrettanto bene o forse meglio di qualcuno di noi, fallirebbero inevitabilmente in altre, e si scoprirebbe cosí che agiscono non in quanto conoscono, ma soltanto per la disposizione degli organi.“

—  Cartesio, libro Discorso sul metodo

V; 1996
Discorso sul metodo

Cartesio photo

Autori simili

Cartesio photo
Cartesio46
filosofo e matematico francese 1596 - 1650
Blaise Pascal photo
Blaise Pascal139
matematico, fisico, filosofo e teologo francese
Gottfried Wilhelm von Leibniz photo
Gottfried Wilhelm von Leibniz29
matematico e filosofo tedesco
Joseph Joubert photo
Joseph Joubert39
filosofo e aforista francese
François de La  Rochefoucauld photo
François de La Rochefoucauld195
scrittore, filosofo e aforista francese
Michel De Montaigne photo
Michel De Montaigne89
filosofo, scrittore e politico francese
Charles Louis Montesquieu photo
Charles Louis Montesquieu72
filosofo, giurista e storico francese
Thomas Hobbes photo
Thomas Hobbes29
filosofo britannico
Denis Diderot photo
Denis Diderot39
filosofo, enciclopedista, scrittore e critico d'arte france…
Jean de La Bruyère photo
Jean de La Bruyère58
scrittore e aforista francese
Autori simili
Cartesio photo
Cartesio46
filosofo e matematico francese 1596 - 1650
Blaise Pascal photo
Blaise Pascal139
matematico, fisico, filosofo e teologo francese
Gottfried Wilhelm von Leibniz photo
Gottfried Wilhelm von Leibniz29
matematico e filosofo tedesco
Joseph Joubert photo
Joseph Joubert39
filosofo e aforista francese
François de La  Rochefoucauld photo
François de La Rochefoucauld195
scrittore, filosofo e aforista francese
x