Frasi da libro
La spada del destino

La spada del destino
Andrzej SapkowskiTitolo originale Miecz przeznaczenia (Polacco, 1992)

La spada del destino è una raccolta di sei racconti scritta dallo scrittore polacco Andrzej Sapkowski. Venne pubblicata per la prima volta nel 1992, e benché sia stato il primo libro sulla Saga di Geralt di Rivia, nella cronologia interna della saga si colloca dopo gli eventi narrati ne Il guardiano degli innocenti. A differenza di quest'ultimo si riscontra l'assenza di una cornice narrativa che leghi tra loro le varie storie dell'antologia.


Andrzej Sapkowski photo
Andrzej Sapkowski photo
Andrzej Sapkowski photo

„Che ne dite? Sul ponte mi avete strappato una promessa. Vi premeva avere un bambino da prendere con voi come apprendista strigo, nient'altro. Perché quel bambino dovrebbe essere inatteso? Perché non potrebbe essere il contrario? Io ne ho due, che uno dei due studi da strigo. È un mestiere come un altro. Né migliore né peggiore.»
«Sei sicuro che non sia peggiore?» chiese piano Geralt.
Yurga socchiuse gli occhi. «Difendere la gente, salvare loro la vita, a vostro parere è una cosa buona o cattiva? Quei quattordici sull'altura, e voi sul ponte, che cosa avete fatto, del bene o del male?»
«Non lo so, Yurga. A volte mi sembra di saperlo. Vorresti che tuo figlio avesse certi dubbi?»
«Che li abbia pure. Perché sono una cosa umana e buona», rispose il mercante con aria seria.
«Che cosa?»
«I dubbi. Solo il male, signor Geralt, non ne ha mai. Ma nessuno sfugge al proprio destino.»“

—  Andrzej Sapkowski, libro La spada del destino

Miecz przeznaczenia
La spada del destino
Variante: «Che ne dite? Sul ponte mi avete strappato una promessa. Vi premeva avere un bambino da prendere con voi come apprendista strigo, nient'altro. Perché quel bambino dovrebbe essere inatteso? Perché non potrebbe essere il contrario? Io ne ho due, che uno dei due studi da strigo. È un mestiere come un altro. Né migliore né peggiore.»
«Sei sicuro che non sia peggiore?» chiese piano Geralt.
Yurga socchiuse gli occhi. «Difendere la gente, salvare loro la vita, a vostro parere è una cosa buona o cattiva? Quei quattordici sull'altura, e voi sul ponte, che cosa avete fatto, del bene o del male?»
«Non lo so, Yurga. A volte mi sembra di saperlo. Vorresti che tuo figlio avesse certi dubbi?»
«Che li abbia pure. Perché sono una cosa umana e buona», rispose il mercante con aria seria.
«Che cosa?»
«I dubbi. Solo il male, signor Geralt, non ne ha mai. Ma nessuno sfugge al proprio destino.»

Andrzej Sapkowski photo
Andrzej Sapkowski photo
Andrzej Sapkowski photo

Autori simili

Andrzej Sapkowski photo
Andrzej Sapkowski90
scrittore polacco 1948
Zygmunt Bauman photo
Zygmunt Bauman63
sociologo e filosofo polacco
Stanisław Jerzy Lec photo
Stanisław Jerzy Lec173
scrittore, poeta e aforista polacco
Rosa Luxemburg photo
Rosa Luxemburg5
politica, teorica del Socialismo rivoluzionario, tedesca di…
Wisława Szymborska photo
Wisława Szymborska44
poetessa e saggista polacca
Massimiliano Maria Kolbe photo
Massimiliano Maria Kolbe12
sacerdote, religioso e santo polacco
Georges Charpak photo
Georges Charpak2
fisico polacco
Isaac Bashevis Singer photo
Isaac Bashevis Singer67
scrittore polacco
Faustina Kowalska photo
Faustina Kowalska7
religiosa e santa polacca
Paulo Coelho photo
Paulo Coelho248
scrittore brasiliano
Autori simili
Andrzej Sapkowski photo
Andrzej Sapkowski90
scrittore polacco 1948
Zygmunt Bauman photo
Zygmunt Bauman63
sociologo e filosofo polacco
Stanisław Jerzy Lec photo
Stanisław Jerzy Lec173
scrittore, poeta e aforista polacco
Rosa Luxemburg photo
Rosa Luxemburg5
politica, teorica del Socialismo rivoluzionario, tedesca di…
Wisława Szymborska photo
Wisława Szymborska44
poetessa e saggista polacca