Frasi di Anacreonte

 Anacreonte foto

5   0

Anacreonte

Data di nascita: 570 a.C.
Data di morte: 485 a.C.
Altri nomi: Anakreón z Teu

Anacreonte è stato un poeta greco antico.

Al poeta di Teo si ispira la cosiddetta "poesia anacreontica", un genere poetico e letterario che caratterizzò il XVIII secolo in Europa, nato all'interno dell'ambiente rococò e che prende spunto dalle opere e dai temi di Anacreonte.


„Cenai con un piccolo pezzo di focaccia,
ma bevvi avidamente un'anfora di vino;
ora l'amata cetra tocco con dolcezza e
canto amore alla mia tenera fanciulla.“

„Via, così non si beve, tra sghignazzi | ed ululati, alla maniera scitica: | ma a sorso a sorso, al ritmo de' dolci inni.“


„Amo di nuovo, non amo | e folle sono, non folle.“ da Giambi; in Anacreonte, p. 150

„Eros qual fabbro con un grande maglio | di nuovo m'ha colpito, | nel torrente invernale m'ha tuffato.“ da Libro II; in Anacreonte, p. 145

„Egli non mette la sbarra alla porta: dorme tranquillo.“ libro Frammenti

Autori simili