Frasi di Daniel Keyes

8   0

Daniel Keyes

Data di nascita: 9. Agosto 1927
Data di morte: 15. Giugno 2014

Daniel Keyes è stato un autore di fantascienza statunitense, principalmente noto per il suo racconto Fiori per Algernon, del 1959, vincitore del Premio Hugo nel 1960, che adattò in un romanzo omonimo nel 1966 aggiudicandosi con esso il Premio Nebula.

Keyes ha un Bachelor of Arts in psicologia e un Master's degree in letteratura inglese ed americana. Nel 2000, la Science Fiction and Fantasy Writers of America lo ha insignito del Premio Author Emeritus.


„Fuori si comincia a gelare, ma continuo a portare fiori sulla tomba di Algernon. Secondo la signora Mooney sono stupido a mettere fiori sulla tomba di un topo, ma io le ho detto che Algernon era un topo speciale.“

„Un bambino può non essere capace di mangiare o non sapere come nutrirsi, ma ha fame ugualmente.“


„Algernon è un compagno piacevole. [... ] Gli piacciono le ciambelline salate e oggi ha bevuto un sorso di birra mentre guardavamo la partita di pallone alla TV. Credo che facesse il tifo per gli Yankee.“

„«[... ] non voglio che tu mi abbia tra i piedi...»«Alice...»«... e qualsiasi cosa tu possa dire adesso, so che la penserò così, quindi, se non ti dispiace, mi avvinghierò al mio io che va frantumandosi... grazie.»“

„Sospirando si è guardata intorno. «Le dirò che cos'è che non mi va in una casa maledettamente ordinata come questa. In quanto pittrice... sono le linee a darmi ai nervi. Tutte le linee rette sulle pareti, negli angoli, sui pavimenti, che si trasformano in tante casse... come bare. Riesco a liberarmi delle casse in un solo modo, vuotando qualche bicchiere. Allora tutte le linee diventano ondulate e tortuose e il mondo intero mi sembra molto più piacevole. Quando ogni cosa è diritta e allineata in questo modo divento morbosa. Auff! Se abitassi qui dovrei ubriacarmi continuamente.»“

„Questo è bellezza, amore e verità, tutto insieme. Questa è felicità. E ora che l'ho trovata, come posso rinunciarvi? La vita e il lavoro sono le cose più meravigliose che un uomo possa avere. Sono innamorato di quello che sto facendo.“

„E hanno parlato di politica e d'arte e di Dio. Non avevo mai sentito dire da nessuno che Dio potrebbe anche non esistere.“

„Come mi sembrano diversi, adesso. E quanto sono stato sciocco ad aver pensato che i professori fossero giganti intellettuali. Sono esseri umani... e temono che il resto del mondo se ne accorga.“


„I don’t know what’s worse: to not know what you are and be happy, or to become what you’ve always wanted to be, and feel alone.“ Flowers for Algernon

„Thank God for books and music and things I can think about.“ Flowers for Algernon

„Now I understand that one of the important reasons for going to college and getting an education is to learn that the things you've believed in all your life aren't true, and that nothing is what it appears to be.“ Flowers for Algernon

„I am afraid. Not of life, or death, or nothingness, but of wasting it as if I had never been.“ Flowers for Algernon


„Its easy to make frends if you let pepul laff at you.“ Flowers for Algernon

„That's the thing about human life--there is no control group, no way to ever know how any of us would have turned out if any variables had been changed.“ Flowers for Algernon

„How strange it is that people of honest feelings and sensibilty, who would not take advantage of a man born without arms or legs or eyes—how such people think nothing of abusing a man with low intelligence.“ Flowers for Algernon

„... Don't feel sorry for me. I'm glad I had a second chance in life like you said to be smart because I learned a lot of things that I never knew were in this world, and I'm grateful I saw it even for a little bit.“ Flowers for Algernon

Autori simili