Frasi di Emilio Cecchi

Emilio Cecchi foto

18   4

Emilio Cecchi

Data di nascita: 14. Luglio 1884
Data di morte: 8. Settembre 1966

Emilio Cecchi è stato un critico letterario e critico d'arte italiano. È considerato una delle figure di maggior rilievo per il giornalismo culturale italiano della prima metà del Novecento. Importante anche il suo contributo al cinema, dapprima come direttore della «Cines» e poi come riduttore di importanti opere letterarie.

Frasi Emilio Cecchi


„La vita dell'uomo è un filo di seta sospeso in un gioco di rasoi.“

„Ascoltando una musica calma e malinconica, quando, nell'isolamento di una malattia, il nostro passato si riduce a pura materia di contemplazione, siamo come trasportati in un senso dell'esistenza alto e rarefatto. E in esso è qualcosa di una giustizia austera e tuttavia compassionevole, che toglie ogni cruccio al ricordo delle nostre sconfitte, e amorosamente ci distacca dai nostri stessi desideri.“ da Sul ritratto di una bambina dormiente


„L'età sempre più m'innamora di queste verità favolose, di questi simboli assurdi. Invece di ancorarmi, l'età sempre più mi fa traboccare da quest'altra parte. Come un vecchio forzato che espiò largamente la sua colpa, ed è in pace con sé, con gli uomini e con Dio, ma non vuole uscir di prigione, perché non ha dove andare, e perché è inutile andare dovunque sia, non potrò meglio che starmene ad occhi chiusi, contemplando il paese altissimo e sconfinato dove s'aggirano i grandi galeotti bianchi...“

„Io sono sempre stato per i carabinieri a cavallo.“

„Quando frequentando una casa, si vede un gatto con tutto l'aspetto d'un gatto, e che in tutto si comporta come gatto; ma invece a poco a poco si riconosce ch'è un bambino: un bambino non nato, che s'è travestito da gatto, e da quei tondi buchi degli occhi vi guarda con gli occhi del gatto. E si capisce che quei gemiti, quei sommessi miagolii, suonano come balbettate parole. Dall'innocente signora che siede con in grembo l'innocente gattino, a volte si distoglierebbe lo sguardo, come dall'assurdità inafferrabile quanto intollerabile d'uno di quei disegni del Grandville dove una placida papera o una lumaca madornale ha partorito e porge la poppa a un esserino con la testa di gatto.“

„Prezzolini si vantò sempre d'essere uno che in realtà, tutta la vita, non fece che negarsi ogni capacità e ambizione artistica, e sempre considerò le proprie, abbondantissime, virtù di scrittore come puramente strumentali, a determinati effetti divulgativi e didattici. Diciamolo chiaro, noi che fummo sempre suoi amici. In questo mezzo secolo, nel nostro ambiente culturale, è probabile non s'incontri nessun altro così volenteroso, d'altrettanto disinteresse, pronto a fare pieno di abnegazione, ma al medesimo tempo, difficile e scorbutico come lui. Alla sua scontrosa bizzarria gli antichi avrebbero applicato qualcuno di quei loro bizzarri modi di dire: che non gli si trova mai il basto che gli entri; che è come il carbone che tinge o che scotta. Spinoso come un riccio, come un ananasso, che da qualsiasi parte lo tocchi ti punge. Spregiudicato e pedante, impazientissimo eppure tenace, simpatico e al medesimo tempo scostante, bastian contrario per la pelle.“

„Chi si trova, presto si perde, perché la vita è soltanto nel cercarsi.“

„Le idee non sono di nessuno, sono di chi le esprime meglio.“ libro Taccuini


„Non so di che specie egli [Dino Campana] fosse: se superiore o inferiore alla comune nostra; certo è ch'era di altra specie. [... ] Da lui e dal coetaneo Ungaretti, s'inaugura un tono intimo e grave nella nostra ultima poesia.“ da L'Approdo, gennaio-febbraio 1952; citato in Antologia critica a Dino Campana, Canti orfici e altri scritti, Oscar Mondadori, 1972

„L'arte, in fondo, come tante fra le cose più belle, vien meglio un po' di nascosto.“ da È nata una bambina con una rosa in mano

„Uno dei più vividi ricordi di Buster Keaton si riassocia per me alla stamberga d'un borgo toscano. E il viso severo del mimo pareva ristampato in quelli degli spettatori: visi da statue del Pollaiuolo, con appena l'ombra d'un risolino agli angoli della bocca.“ da Cinematografi poveri

„Greta Garbo l'incontrai in una sala d'Assisi, dove faceva così freddo da rannicchiarsi sotto al cappello e tenere alzato il bavero del cappotto. Quel freddo umbro-toscano che spacca le pietre, e odora lontanamente di polenta dolce e castagne arroste.“ da Cinematografi poveri


„Non siamo mai in un atto, ma sempre alla periferia, al punto di tangenza di due o più atti.“ dai Taccuini, a cura di N. Gallo e Pietro Citati, Mondadori

„L'errore di una forte personalità artistica, è quasi sempre più istruttivo dei successi di un talento irrilevante.“ da Scrittori inglesi e americani, Mondadori

„Soltanto una cosa è più lugubre dell'uomo che mangia solo; ed è […] l'uomo che beve solo. Un uomo solo che mangia somiglia a un animale alla mangiatoia. Ma un uomo solo che beve, somiglia a un suicida.“ da Lo scrittojo, ne L'osteria del cattivo tempo, Corbaccio

„[Paul Valéry] Il maggior lirico francese dopo Baudelaire.“ citato in Mario Picchi, Paul Valéry, il piccolo Faust, La Fiera Letteraria, novembre 1971

Autori simili