Frasi di Eugéne Delacroix

Eugéne Delacroix foto

21   1

Eugéne Delacroix

Data di nascita: 26. Aprile 1798
Data di morte: 13. Agosto 1863
Altri nomi: Фердинан Виктор Эжен Делакруа, Ferdinand Victor Eugène Delacroix

Ferdinand Victor Eugène Delacroix, più semplicemente noto come Eugène Delacroix , fu un artista e pittore francese, considerato fin dall'inizio della sua carriera il principale esponente del movimento romantico del suo paese.

La suggestiva pennellata tipica di Delacroix e il suo studio sugli effetti ottici ottenibili per mezzo del colore influenzarono profondamente l'opera degli impressionisti, mentre la sua passione per i temi esotici fu fonte di ispirazione per gli artisti del movimento simbolista. Abile litografo, Delacroix realizzò illustrazioni per diverse opere di Shakespeare, Sir Walter Scott e Goethe.

Contrariamente al suo principale rivale Ingres, che ricercava nelle proprie opere il perfezionismo tipico dello stile neoclassico, Delacroix prese spunto dall'arte di Rubens e dei pittori del Rinascimento veneziano, ponendo maggiore enfasi sul colore e sul movimento piuttosto che sulla nitidezza dei profili e sulla perfezione delle forme. Le opere della sua maturità furono caratterizzate dalle tematiche romantiche, che lo spinsero a viaggiare in Nordafrica in cerca di esotismo, invece di avvicinarsi ai modelli classici greci e romani.

Amico ed erede spirituale di Théodore Géricault, Delacroix fu ispirato anche da Byron, con cui condivise la forte fascinazione per le "sublimi forze" della natura e le loro manifestazioni spesso violente.

Delacroix tuttavia non cadde mai nel sentimentalismo né nell'ampollosità, e il suo modello di romanticismo fu quello di un individualista. Citando le parole di Baudelaire, "Delacroix amò appassionatamente la passione, ma fu freddamente determinato ad esprimere la passione stessa nel modo più chiaro possibile."

Frasi Eugéne Delacroix


„L'uomo è un animale sociale che detesta i suoi simili.“

„L'avversità restituisce agli uomini tutte le virtù che la prosperità toglie loro.“


„Tutta la natura porta un fardello e attende di essere consolata.“

„Tiziano è uno di coloro che si avvicinano maggiormente allo spirito degli antichi... in tutti gli altri si direbbe che ci sia un grano di pazzia: lui solo è equilibrato e padrone di sé, della sua esecuzione, della facilità che non lo domina mai e di cui non fa sfoggio.... Egli commuove, credo, non per la profondità delle espressioni, né per una grande comprensione del soggetto, ma per la semplicità e la mancanza di affettazione. In lui le qualità pittoriche sono portate al punto massimo: quel che dipinge, è dipinto: gli occhi guardano e sono animati dal fuoco della vita. Vita e ragione sono presenti ovunque.“

„Bisogna sempre guastare un po' il quadro per finirlo.“

„Ciò che muove gli uomini di genio, o piuttosto che ispira il loro lavoro, non sono le nuove idee, ma la loro ossessione che l'idea che è già stata espressa non sia abbastanza.“

„Il segreto della felicità non è nel possesso delle cose, ma nel godimento che se ne trae. (libro Diario 1822-1863)“

„I veri primitivi sono gli ingegni originali. (libro Diario 1822-1863)“


„Se la solitudine separa, tronca molti legami che non si tagliano con rammarico, ma permette di piantare le proprie radici in ciò che è essenziale.“

„La prima virtù per un dipinto è di essere una gioia per gli occhi.“

„Il nuovo è molto antico, si può anzi dire che è sempre ciò che c'è di più antico. (libro Diario 1822-1863)“

„Non si è maestri che quando si impiega nelle cose la pazienza che esigono. (libro Diario 1822-1863)“


„Senza audacia, ed estrema audacia, non vi è bellezza. (libro Diario 1822-1863)“

„La fonte di un genio è la sola immaginazione, la raffinatezza dei sensi che vede quello che gli altri non vedono, o lo vede in modo diverso.“

„Due cose l'esperienza deve insegnare: la prima che bisogna correggere molto; la seconda che non bisogna correggere troppo. (libro Diario 1822-1863)“

„Il sentimento dell'unità e il potere di realizzarlo nell'opera fanno il grande scrittore e il grande artista. (libro Diario 1822-1863)“

Autori simili