Frasi di René Char

René Char foto

18   0

René Char

Data di nascita: 14. Giugno 1907
Data di morte: 19. Febbraio 1988

René Char è stato un poeta francese. Autore di diverse poesie, tra cui Il martello senza padrone , nella quale l'autore riflette la sua esperienza surrealista, e Fogli di Hypnos , opera consistente in brevi e fulminanti riflessioni ispirate dall'esperienza partigiana, vissuta personalmente da René Char nell'ambito della resistenza francese, conosciuta dal pubblico italiano grazie alla traduzione di Vittorio Sereni.

Alcune opere dell'autore sono raccolte nel volume Poesie e prose scelte edito nel 1957.

La sua opera poetica ha suscitato notevole interesse anche da parte del poeta ebreo di lingua tedesca, Paul Celan, il quale dedicò a René Char una delle sue più celebri poesie, intitolata Argumentum e silentio, incentrata sul senso della parola poetica come parola di resistenza.


„Un uomo senza difetti è una montagna senza crepacci. Non m'interessa.“

„Mantenete nei confronti degli altri ciò che avete promesso a voi stessi da soli.“


„Nella tempesta più forte, c'è sempre un uccello per rassicurarci. È l'uccello sconosciuto. Canta prima di volare.“

„L’eternità non è gran che più lunga della vita.“ libro Fogli d'Ipnos

„Un poeta deve lasciare tracce del suo passaggio, non prove.“

„L'uomo è in grado di fare ciò che non è in grado di immaginare.“

„Il poeta, conservatore degli infiniti volti di ciò che vive.“

„Il frutto è cieco. Chi vede è l'albero.“


„L'eternità non è gran che più lunga della vita.“

„Noi non raggiungiamo mai l'impossibile, ma ci serve da lanterna.“

„Prateria, sei lo scrigno del giorno.“

„Resistenza è solo speranza.“


„Agire da primitivo e prevedere da stratega.“

„Se non ci fosse il sigillo della noia, il cuore smetterebbe di battere.“ libro Fogli d'Ipnos

„L'atto è vergine, anche se ripetuto.“ libro Fogli d'Ipnos

„L'acquiescenza illumina il viso; il rifiuto gli dona bellezza.“ libro Fogli d'Ipnos

Autori simili