Frasi di Wendy Doniger

Wendy Doniger foto

8   0

Wendy Doniger

Data di nascita: 20. Novembre 1940
Altri nomi: Wendy Doniger O'Flaherty

Wendy Doniger è un'indologa e accademica statunitense, celebre studiosa dell'induismo.

È attiva nel campo degli studi religiosi sin dal 1973.

In possesso di due dottorati, conseguiti alle università di Harvard e di Oxford, la Doniger insegna Storia delle religioni all'Università di Chicago dal 1978. È anche membro dello staff editoriale dell'Enciclopedia Britannica.


„[... ] esistono nessi inevitabili tra la comunione con gli animali, la compassione per gli animali, e il rifiuto di far soffrire, se non necessariamente il rifiuto di uccidere e/o mangiare gli animali.“ p. 111

„parlano, e noi rifiutiamo di concedere loro la dignità di essere ascoltati. I delfini, poiché non sono pesci ma sembrano pesci, e poiché ci parlano come pochi altri animali sono in grado di fare, violano doppiamente il confine tra le nostre categorie di mammiferi e pesci, e così minacciano la nostra definizione di ciò in cui consiste l'essere umani. Questo spiega, in parte, la riluttanza di alcuni a chiamare «linguaggio» quello dei delfini. E in effetti il linguaggio che si usa per comunicare con i delfini non è né il linguaggio con cui i delfini comunicano tra loro né il linguaggio con cui noi comunichiamo tra noi: è un linguaggio da stele di Rosetta, una sorta di esperanto mammifero. Eppure è un linguaggio, e ci mette in comunicazione con i pesci.“ pp. 124-125


„La reductio ad absurdum della tesi cartesiana è espressa dalla barzelletta su Cartesio che ordina una tazza di caffè; quando la cameriera gli chiede: «Desidera panna e zucchero nel caffè, Monsieur Descartes?», lui risponde: «Non penso», e svanisce.“ p. 120

„A dispetto di ciò, si dovrebbe evitare di vedere una contraddizione o un paradosso là dove un hindu vede soltanto un'opposizione secondo il senso indiano – opposti correlati che agiscono come identità interscambiabili in relazioni necessarie. Il contrasto fra il carattere ascetico e quello erotico nelle tradizioni e nelle mitologie di Śiva non è della specie "congiunzione degli opposti", concetto col quale spesso si è fatta confusione. Ascetismo (tapas) e desiderio (kāma) non sono diametralmente opposti come possono esserlo bianco e nero, o caldo e freddo, dove la presenza completa di un aspetto esclude automaticamente l'altro. Essi sono, nei fatti, due forme di calore, essendo tapas il fuoco distruttivo o creativo che l'asceta genera dentro di sé, kāma il calore che viene dal desiderio. Sono forme strettamente connesse in termini umani, opposte in quel senso in cui possono esserlo amore e odio, ma non mutuamente escludibili.“

„Così, sia che si possa o no dimostrare che uccidere animali a scopo di nutrimento o di sperimentazione è un male [... ] e sia che si possa o no dimostrare che gli animali soffrono come noi, e sanno di morire, noi potremmo prendere dal contesto sudasiatico l'argomento molto saggio che noi sappiamo che essi moriranno, e per questa ragione è male ucciderli.“ p. 117

„Il prologo del Bhāgavata identifica quindi Vyāsa quale narratore, sebbene non come narratore specifico di questo testo.“

„Si potrebbe anche sostenere [... ] che gli animali stessi comprendono i sentimenti di altri animali, che anche gli animali provano compassione. [... ] Anche noi possiamo sicuramente provare dolore nelle nostre zampe, nella nostra coda, nei nostri nodelli e pasturali; forse, se abbiamo un talento particolare, perfino nelle nostre pinne e scaglie.“ p. 123

„Per l'induismo gli animali hanno anime che trasmigrano e una coscienza uguale alla nostra, e pur non avendo un linguaggio umano possono comunicare con noi in altri modi che rivelano la presenza di una mente e di un'anima. Anch'essi pensano e sentono esattamente come noi e con il loro personale grado e livello di evoluzione e consapevolezza individuale come ciascuno di noi ha. Il presupposto di Cartesio, che è il pensare a renderci ciò che siamo, è del tutto sbagliato [... ].“ p. 120


„As the Hindu gods are 'immortal' only in a very particular sense - for they had born and they die - they experience most of the great human dilemmas and often seem to differ from mortals in a few trivial details... and from demons even less. Yet they are regarded by the Hindus as a class of beigns by definition totally different from any other; they are symbols in a way that no human beign, however 'archetypal' his life story, can ever be. They are actors playing parts that are real only for us; they are masks behind which we see our own faces.“ Hindu Myths

„Who would not prefer animals to these people who prefer animals to people?“

„James Joyce, in his novel Finnegans Wake, in 1939, punned on the word “Hindoo” (as the British used to spell it), joking that it came from the names of two Irishmen, Hin-nessy and Doo-ley: “This is the hindoo Shimar Shin between the dooley boy and the hinnessy.”30 Even Joyce knew that the word was not native to India.“ The Hindus: An Alternative History

„Voltaire was deeply impressed by it and cited it often.“ On Hinduism


„The fish is an ancient symbol of liminal consciousness in India: “As a great fish goes along both banks of a river, both the near side and the far side, just so this person [the dreamer] goes along both of these conditions, the condition of sleeping and the condition of waking.“ Dreams, Illusion, and Other Realities

„bees in Indian love poetry are said to form the bowstring of the god of lust and to plunge deep inside the flowers that ooze with sap even as the rutting elephant’s temples ooze with musk.“ Dreams, Illusion, and Other Realities

„whether or not people get the gods that they deserve, they tend to get the gods (and demons) that their animals deserve“ The Hindus: An Alternative History

„The violent contrast between the hot season and the monsoon makes the soil ricochet between swampy in one season and hard, parched, and cracked in another.“ The Hindus: An Alternative History

Autori simili