„Daca incerci sa-l smulgi din familia ta, o sa lasi o rana care nu se va vindeca niciodata.“

City of Glass

Ultimo aggiornamento 22 Maggio 2020. Storia
Argomenti
rana
Cassandra Clare photo
Cassandra Clare212
scrittrice statunitense 1973

Citazioni simili

Sergej Aleksandrovič Esenin photo

„La luna, rana d'oro del cielo.“

—  Sergej Aleksandrovič Esenin poeta russo 1895 - 1925

da L'acero antico
Russia e altre poesie

Fiorello photo

„Sai perché se baci Giovanni Rana, non diventa un principe?“

—  Fiorello showman, imitatore e conduttore radiofonico italiano 1960

Citazioni dal programma radiofonico Viva Radio 2, Imitazioni e personaggi, Il presentatore del programma Sai xChé??

Shunryū Suzuki photo
Silvio Berlusconi photo
Guido Ceronetti photo

„Infallibile, Leopardi chiama canto la voce notturna della rana; e Leopardi era un angelo disceso, un messaggero.“

—  Guido Ceronetti poeta, filosofo e scrittore italiano 1927 - 2018

La fragilità del pensare
Origine: Giacomo Leopardi, Le ricordanze, nei Canti.

Marco Morandi photo

„Io nuoto a farfalla e tu fai la rana | e quella befana che resti laggiù, | bisogna nuotare lo sai anche tu | chi nuota da solo affoga di più.“

—  Marco Morandi cantante, attore e compositore italiano 1974

da Nuoto a farfalla, n. 9
Io nuoto a farfalla
Origine: Testo di Rino Gaetano.

Mao Tsé-Tung photo
Emily Dickinson photo
Al Gore photo
Conte di Lautréamont photo
Mario Tozzi photo
Giovanni Sartori photo
Aristotele photo
Ki no Tsurayuki photo

„La poesia ha il cuore umano per seme. Gli uomini sono pieni di attività diverse, fra le quali la poesia è quella che consiste nell'esprimere i pensieri del cuore con metafore tolte da ciò che vedono e sentono. Ascoltando l'usignolo che canta tra i fiori, o il gracidar della rana fra le acque dello stagno, noi riconosciamo una verità, cioè che ogni essere vivente fa udire un canto ed esprime il proprio sentimento.“

—  Ki no Tsurayuki poeta e scrittore giapponese 866 - 945

dalla prefazione di Tsurayuchi al Kokinwakashū; citato in Arcangeli, pp. 210-211
Origine: Con questa traduzione a p. 51: «la poesia ha il cuore umano per seme. Gli uomini sono pieni di attività diverse, fra le quali la poesia è quella che ci fa esprimere i pensieri con metafore tolte da ciò che si vede o si sente. Ascoltando l'usignolo che trilla tra i fiori o la rana che gracida fra le acque dello stagno, noi riconosciamo una verità, cioè che ogni essere vivente fa udire un canto ed esprime il proprio sentimento».

John Barth photo
Primo Levi photo

„Voi che vivete sicuri
Nelle vostre tiepide case,
Voi che trovate tornando a sera
Il cibo caldo e visi amici:
Considerate se questo è un uomo
Che lavora nel fango
Che non conosce pace
Che lotta per mezzo pane
Che muore per un sì o per un no.
Considerate se questa è una donna,
Senza capelli e senza nome
Senza più forza di ricordare
Vuoti gli occhi e freddo il grembo
Come una rana d'inverno.
Meditate che questo è stato:
Vi comando queste parole.
Scolpitele nel vostro cuore
Stando in casa andando per via,
Coricandovi alzandovi;
Ripetetele ai vostri figli.
O vi si sfaccia la casa,
La malattia vi impedisca,
I vostri nati torcano il viso da voi.“

—  Primo Levi scrittore, partigiano e chimico italiano 1919 - 1987

Survival in Auschwitz
Variante: Voi che vivete sicuri
Nelle vostre tiepide case
oi che trovate tornando a sera
Il cibo caldo e visi amici
Considerati si questo è un uomo
Che lavora nel gango
Che non conosce pace
Che lotta por mezzo pane
Che muore per un sì o per un no
Considerate se questa é una donna
Senza caplli e senza nome
Senza più forza di ricordare
Vuoti gli occhi e freddo il grembo
Come una rana d'inverno
Meditate che questo è stato
Vi comando queste parole
Scolpitele nem vuostro cuore
Stando in casa andando per via
Coricandovi alzandovi
Ripetelete ai vostri figli
O vi si sfaccia la casa
La malattia vi impedisca
I vostri nati torcano il viso da voi.

Mark Twain photo
Jeff VanderMeer photo
Victor Hugo photo