„Sfuggire al contagio della follia e della vertigine collettiva tornando a stringere per conto proprio, al di sopra dell'idolo sociale, il patto originario dello spirito con l'universo.“

Simone Weil photo
Simone Weil203
scrittore, filosofo 1909 - 1943
Pubblicità

Citazioni simili

Emil Cioran photo

„La vera vertigine è l'assenza della follia.“

—  Emil Cioran filosofo, scrittore e saggista rumeno 1911 - 1995

Jeremy Bentham photo
Pubblicità
Bell Hooks photo

„Dobbiamo e possiamo riarticolare la base del patto collettivo.“

—  Bell Hooks scrittore, attivista (femminista) 1952
da Elogio del margine

Georges Bernanos photo

„Quella brama collettiva di nazionalismo che perverte la nozione di Patria facendone un idolo: lo Stato del Popolo.“

—  Georges Bernanos scrittore francese 1888 - 1948
da La grande peur des bien-pensants, 1931; citato in Lukacs 2006, p. 67

Michael Crichton photo
Milan Kundera photo
Alda Merini photo
Adrienne Rich photo
Francesco de Sanctis photo
Ismail Kadare photo
Khalil Gibran photo
David Hume photo

„Lo spirito più geniale è prossimo alla follia.“

—  David Hume filosofo e storico scozzese 1711 - 1776

Ali Eteraz photo

„Quel versetto si riferisce al patto di A lastu. L'alleanza originaria. Quella che stabilisce l'idea di un "Noi" umano. Dio ci ha radunati – tutti noi: tu, io, i tuoi antenati, la tua progenie, l'umanità passata, presente, futura – e ci ha fatto una domanda molto semplice, e noi – insieme, all'unisono, in quanto razza umana – abbiamo fatto un'affermazione. Lui ci ha chiesto "Sono Io?", noi abbiamo risposto "Sì, sei tu". Abbiamo affermato Dio. Abbiamo dato il nostro consenso, stabilito che dio era Dio. Quell'affermazione ha stabilito anche che noi eravamo Noi. È stato necessario che diventassimo tutti Uno per poter affermare Dio. Ek nuqte vich gul muqdi e, "Tutto è contenuto in Uno". Noi siamo colui che è Dio. È questo che diceva Bulleh Shah. È per questo che ho pieanto quella notte che hai tradotto la sua poesia, perché non avevo mai sentito l'idea espressa così perfettamente. Nella letteratura mistica, l'affermazione del patto di A lastu è chiamata la Prima Testimonianza. È primordiale. È originaria. C'è anche una Seconda Testimonianza, ma viene molto più tardi. È quando ognuno di noi, nella sua esistenza individuale, afferma le sue varie religioni o ideologie o filosofie. Tu, amico mio, metti la Seconda Testimonianza prima e al di sopra della Prima. È sbagliato. È sbagliato perché il vero patto che guida la tua esistenza, quello da cui dovresti essere ossessionato, è al servizio dell'umanità. È per il "Noi". È per Dio. Invece tu te ne vai in giro con il tuo patto – il falso patto – che è al servizio dei soli musulmani, credendoti impegnato nell'opera di Dio. Hai fatto di Dio un socio. L'Islam è il tuo idolo.“

—  Ali Eteraz scrittore e giornalista pakistano
Ziad

Vasco Rossi photo

„Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Etiam egestas wisi a erat. Morbi imperdiet, mauris ac auctor dictum.“