„All'inferno ci va chi ci crede […]“

Einaudi, 1976<sup>3</sup>, p. 644
Fratelli d'Italia

Ultimo aggiornamento 21 Maggio 2020. Storia
Argomenti
inferno
Alberto Arbasino photo
Alberto Arbasino25
scrittore, saggista e giornalista italiano 1930

Citazioni simili

Ennio Flaiano photo
Eros Ramazzotti photo
Niccolo Machiavelli photo

„La notte che morì Pier Soderini. | L'anima andò dell'inferno alla bocca. | Gridò Pluton: Che inferno! anima sciocca, | Va su nel limbo fra gli altri bambini.“

—  Niccolo Machiavelli politico, scrittore, storico italiano 1469 - 1527

da Epigrammi
Origine: Citato in Giuseppe Fumagalli, Chi l'ha detto?, Hoepli, 1921, p. 506.

Vittorio Imbriani photo
Robert Anson Heinlein photo
Victor Hugo photo
Bassi Maestro photo
Melania Gaia Mazzucco photo

„Perchè il miracolo di illuminarlo lei non può compierlo.
Non ha alcun potere su di lui, perchè lui non crede a niente, nemmeno all'inferno.
Lui pensa che la vita non sia una punizione, ma una ricompensa. Fuggevole, ma sempre un premio che ciascun uomo deve meritarsi.
Lui crede che l'uomo abbia un grande destino e un grande destino credeva che avrebbe avuto lui stesso.
Un'opera, un'opera che ancora non è scaturita da lui, ma che pure è dentro di lui come la perla in un'ostrica.
L'inferno è per lui l'assenza di futuro, è questo presente nebbioso e stagnanate, è l'indebolirsi delle convinzioni, delle idee, della fiducia nella vita e più ancora nel proprio talento.
L'inferno è sentir ribollire in sè un magma infuocato di ipotesi, di idee e della fiducia nella vita e non riuscire a esprimerne nessuno: vedere quelle ipotesi, idee e sentimenti oscurarsi, appassire, tramontare e dissolversi senza aver mai visto la luce.
L'inferno è lo sperpero dei propri giorni, è la mediocrità della propria anima votata alla dissoluzione.
L'inferno è questa inerziale assenza di tempo, è l'esilio dall'essere e dall'eternità.“

—  Melania Gaia Mazzucco scrittrice italiana 1966

La camera di Baltus
Variante: Perchè il miracolo di illuminarlo lei non può compierlo.
Non ha alcun potere su di lui, perchè leui non crede a niente, nemmeno all'inferno.
Lui pensa che la vita non sia una punizione, ma una ricompensa. Fuggevole, ma sempre un premio che ciascunnuomo deve meritarsi.
Lui crede che l'uomo abbia un grande destino e un grande destino credeva che avrebbe avuto lui stesso.
Un'opera, un'opera che ancora non è scaturita da lui, ma che pure è dentro di lui come la perla in un'ostrica.
L'inferno è per lui l'assenza di futuro, è questo presente nebbioso e stagnanate, è l'indebolirsi delle convinzioni, delle idee, della fiducia nella vita e più ancora nel proprio talento.
L'inferno è sentir ribollire in sè un magma infuocato di ipotesi, di idee e della fiducia nella vita e non riuscire a esprimerne nessuno: vedere quelle ipotesi, idee e sentimenti oscurarsi, appassire, tramontare e dissoversi senza aver mai visto la luce.
L'inferno è lo sperpero dei propri giorni, è la mediocrità della propria anima votata alla dissoluzione.
L'inferno è questa inerziale assenza di tempo, è l'esilio dall'essere e dall'eternità.

John Milton photo
Khalil Gibran photo
Christopher Marlowe photo
Jean Paul Sartre photo

„L'inferno sono gli altri.“

—  Jean Paul Sartre filosofo, scrittore, drammaturgo e critico letterario francese 1905 - 1980

Origine: Da A porte chiuse.

Charles Bukowski photo
Alessandro Borghese photo

„Al mio tre… scateniamo l'inferno!“

—  Alessandro Borghese cuoco e conduttore televisivo italiano 1976

Origine: Dal programma televisivo Ale contro tutti http://it.wikipedia.org/wiki/Ale_contro_tutti, Sky uno, 11 ottobre 2012.

Oreste Benzi photo

„Sei nell'inferno perché rifiuti di amare.“

—  Oreste Benzi presbitero italiano 1925 - 2007

Pane quotidiano – gennaio/febbraio 2011

Fernando Botero photo
Alex Ferguson photo

„Calcio… inferno di sangue.“

—  Alex Ferguson allenatore di calcio e ex calciatore scozzese 1941

Frank Zappa photo

„Non esiste l'inferno. Esiste la Francia.“

—  Frank Zappa chitarrista, compositore e arrangiatore statunitense 1940 - 1993

dall'album You Can't Do That on Stage Anymore, Vol. 4

Arthur Rimbaud photo

„Credo d'essere in inferno, dunque ci sono.“

—  Arthur Rimbaud poeta francese 1854 - 1891

da Notte dell'inferno, 1972

„Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Etiam egestas wisi a erat. Morbi imperdiet, mauris ac auctor dictum.“