„Chi invece scandalizza anche uno solo di questi piccoli che credono in me, sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina girata da asino, e fosse gettato negli abissi del mare. Guai al mondo per gli scandali! È inevitabile che avvengano scandali, ma guai all'uomo per colpa del quale avviene lo scandalo!“

—  Gesù, 18, 6 – 7
 Gesù photo
Gesù119
fondatore del Cristianesimo -2 - 30 a.C.
Pubblicità

Citazioni simili

Charles Baudelaire photo
Pier Paolo Pasolini photo
Pubblicità

„Il successo fa scandalo. Lo scandalo fa successo.“

—  Marcello Marchesi comico, sceneggiatore e regista italiano 1912 - 1978

Roberto Gervaso photo
Gianna Nannini photo
Ignazio di Antiochia photo
Alda Merini photo

„Chi si ostina fa scandalo.“

—  Alda Merini poetessa italiana 1931 - 2009

Pier Paolo Pasolini photo

„[Marco Pannella] Uno scandalo inintegrabile.“

—  Pier Paolo Pasolini poeta, giornalista, regista, sceneggiatore, attore, paroliere e scrittore italiano 1922 - 1975

Pubblicità
Sergiu Celibidache photo
Ennio Flaiano photo
Tiger Woods photo
 Molière photo

„È il pubblico scandalo ad offendere: peccare in silenzio è non peccare affatto.“

—  Molière commediografo e attore teatrale francese 1622 - 1673
da Tartuffe, IV, 5

Pubblicità
Andy Warhol photo

„Tutti gli scandali aiutano la pubblicità, perché non c'è migliore pubblicità della cattiva pubblicità.“

—  Andy Warhol pittore, scultore, regista, produttore cinematografico, direttore della fotografia, attore, sceneggiatore e montator... 1928 - 1987

Manlio Sgalambro photo
Karl Kraus photo

„Lo scandalo comincia quando la polizia vi mette fine.“

—  Karl Kraus scrittore, giornalista e aforista austriaco 1874 - 1936

Dario Fo photo

„[Da vescovo, citando Gregorio magno] Lo si voglia o non lo si voglia, io giustizia e verità impongo. Ben venga lo scandalo; non temiate che nello scandalo sia sommersa l'autorità dello stato: anzi, nello scandalo si erge sempre più solida l'autorità stessa. [... ] [Spiegando alla giornalista] È la catarsi liberatoria di ogni tensione. E voi giornalisti cosiddetti indipendenti ne siete, come dire, i sacerdoti benemeriti. [... ] smania e corre a tamponare il nostro di governo che, mi permetta di dirlo, è borbonico e precapitalista: ma lei guardi i governi del nord, gli stati del nord, veramente socialdemocratici evoluti, avanzati... l'Inghilterra. Lo scandalo Profumo, vi ricordate? profumo: addirittura coinvolto in un giro di prostitute, di droga e anche di spionaggio: crollò in seguito a questo scandalo lo stato, la borsa? Niente: stato, borsa e anche il governo non furono mai così saldi, sostenuti dall'opinione pubblica, perché la gente diceva: «Per Dio, lo scandalo c'è, ma ogni tanto il bubbone scoppia, e che gioia viene a galla» [... lo scandalo] è lo sterco concimante della socialdemocrazia: le dirò di più, è addirittura l'antidoto contro il peggiore dei veleni, che è la presa di coscienza per la gente. [... ] [Da matto semina scandali] E io voglio vedere arrivare fra diciotto, vent'anni, nel 1987, anche l'88, scoppiare uno scandalo al giorno, all'ora: ministri, gente di direzione, industriali, gente incriminata in tangenti, in furti, una schifezza; tanto che sui giornali fanno più presto a fare la lista dei ministri che quel giorno non hanno rubato.
Perché finalmente si arriverà al punto che anche noi italiani potremo gridare: Per Dio, siamo immersi nella merda fino al collo, ma è per questo che camminiamo a testa alta!“

—  Dario Fo drammaturgo, attore, scrittore, paroliere e scenografo italiano 1926
da Morte accidentale di un anarchico, registrazione al Teatro Cristallo di Milano nel 1987, RCS Libri, 2006