„Un motto, in sintesi, domina e illumina i nostri studi: <>. Non diciamo che il bravo storico è estraneo alle passioni; ha per lo meno quella. Motto, non nascondiamocelo, carico di difficoltà, ma anche di speranze. Soprattutto, motto carico di amicizia. Persino nell'azione, noi giudichiamo troppo. E' comodo gridare <“

— Marc Bloch, The Historian's Craft: Reflections on the Nature and Uses of History and the Techniques and Methods of Those Who Write It.
Pubblicità

Citazioni simili

George Carlin photo
Pubblicità
Carl Friedrich Gauss photo

„[Il suo motto] Pauca, sed matura: poche cose, ma mature.“

— Carl Friedrich Gauss matematico, astronomo e fisico tedesco 1777 - 1855

Martín Lutero photo
George R. R. Martin photo

„L'Inverno sta arrivando.“

— George R. R. Martin autore di fantascienza statunitense 1948
Motto degli Stark

Theodor Fontane photo

„Chi vuol creare dev'essere lieto.“

— Theodor Fontane farmacista, scrittore e poeta tedesco 1819 - 1898
da Canti e motti, motto VI

Robert Baden-Powell photo

„"Del nostro meglio" è il motto dei Lupetti.“

— Robert Baden-Powell militare, educatore e scrittore inglese, fondatore del movimento scout 1857 - 1941
p. 32

Pubblicità
Benjamin Graham photo
Lucio Accio photo
Ambrose Bierce photo

„Insulto (s. m.). Motto di spirito cui non si riesce a rispondere.“

— Ambrose Bierce scrittore, giornalista e aforista statunitense 1842 - 1913
1988, p. 100

Michelle Obama photo
Pubblicità
Hans-Ulrich Rudel photo
Angela Merkel photo
Demi Lovato photo
Ernst Jünger photo

„Il motto del Ribelle è: "Hic et nunc “

— Ernst Jünger filosofo e scrittore tedesco 1895 - 1998
essendo il Ribelle uomo d'azione, azione libera ed indipendente. Abbiamo constatato che questa tipologia può comprendere solo una frazione delle masse, e tuttavia è qui che si forma la piccola èlite capace di resistere all'automatismo e di far fallire l'esercizio della forza bruta. È l'antica libertà in veste moderna: la libertà sostanziale, elementare, che si ridesta nei popoli sani ogniqualvolta la tirannide dei partiti o dei conquistatori stranieri opprime il paese. Non è una libertà che si limita a protestare o emigrare: è una libertà decisa alla lotta. (pp. 93-94)

Avanti