Frasi di Bertrand Barère

Bertrand Barère foto

3   0

Bertrand Barère

Data di nascita: 10. Settembre 1755
Data di morte: 13. Gennaio 1841
Altri nomi: Bertrand Barère de Vieuzac

Bertrand Barère de Vieuzac è stato un politico francese.

Bertrand Barère iniziò la sua carriera politica con la Rivoluzione francese come deputato del Terzo stato degli Hautes-Pyrénées agli Stati Generali del 1789 e poi come membro della Convenzione nazionale. Schierato su posizioni di estrema sinistra, fu tra i più intransigenti capi montagnardi e uno dei principali fautori e organizzatori del regime del Terrore. Promotore del Comitato di salute pubblica, ne fece parte insieme agli altri capi giacobini, distinguendosi come ispiratore della politica estera aggressiva della Repubblica e della guerra rivoluzionaria contro le monarchie di Antico regime, e come rigido assertore di provvedimenti terroristici fortemente repressivi contro i nemici interni ed esterni della Rivoluzione.

Minacciato dalla nuova politica di Maximilien Robespierre contraria agli eccessi del Terrore, Barère prese parte alla cospirazione del 9 Termidoro che portò alla caduta e alla morte del capo giacobino e dei suoi seguaci principali. Nonostante questa svolta politica, Barère fu ben presto destituito e imprigionato dalla nuova classe politica termidoriana. Destinato alla deportazione e trasferito sull'isola di Oléron, riuscì a fuggire nascondendosi a Bordeaux e a Tarbes. Venne richiamato e amnistiato da Napoleone Bonaparte durante il Consolato.

Durante la guerra Barère ebbe posizioni pubbliche fortemente anti-britanniche, mentre sembra che in segreto si tenesse in corrispondenza con lord Stanhope, cognato di William Pitt e cugino di lord Grenville, capo del Foreign Office.



„Non ci sono che i morti che non ritornano.“ citato in Giuseppe Fumagalli, Chi l'ha detto?, Hoepli, 1921

„Il terrore è all'ordine del giorno.“ citato in Giuseppe Fumagalli, Chi l'ha detto?, Hoepli, 1921

„Sono solo i morti che non ritornano.“

Autori simili