Frasi di Carlo Botta

Carlo Botta photo
9  0

Carlo Botta

Data di nascita: 6. Novembre 1766
Data di morte: 10. Agosto 1837
Altri nomi:Carlo Giuseppe Guglielmo Botta

Pubblicità

Carlo Giuseppe Guglielmo Botta è stato uno storico e politico italiano.

Autori simili

Francesco Guicciardini photo
Francesco Guicciardini42
scrittore, storico e politico italiano
Gaetano Salvemini photo
Gaetano Salvemini11
storico, politico e antifascista italiano
Dino Compagni12
politico e scrittore italiano
Guido De Ruggiero photo
Guido De Ruggiero3
filosofo italiano
Cesare Cantù photo
Cesare Cantù56
storico, letterato e politico italiano
Giorgio Almirante photo
Giorgio Almirante10
politico italiano
David Bidussa5
scrittore, giornalista e saggista italiano
Francesco de Sanctis photo
Francesco de Sanctis39
scrittore, critico letterario e politico italiano
François Guizot photo
François Guizot1
politico e storico francese

Frasi Carlo Botta

„[Su Andreas Hofer] Non aveva Andrea alcuna qualità eminente, dico di quelle, alle quali il secolo va preso: bensì era un uomo di retta mente e di incorrotta virtù. Vissuto sempre nelle solitudini dei tirolesi monti ignorava il vizio e i suoi allettamenti. I parigini e i milanesi spiriti, anche i più eminenti, correvano alle lusinghe napoleoniche; povero albergator di montagna perseverava Hofer nell'innocente vita. Allignano in ordinario in questa sorte di uomini due doti molto notabili, l'amore di Dio e l'amore della Patria: l'uno e l'altro risplendevano in Andrea. Per questo la tirolese gente aveva posto in lui singolare benevolenza e venerazione. Non era in lui ambizione. Comandò richiesto non richiedente. Di natura temperatissima, non fu mai veduto, né nella guerra sdegnato, né nella pace increscioso, contento a servire o al principe o alla famiglia. Vide vincitori insolenti, vide pacifici tugurj, vide lo strazio e la strage dei suoi: né per questo cessò dall'indole sua moderata e uguale: terribile nella battaglia, mite contro i vinti, non mai sofferse che chi le guerriere sorti avevano dato in sua potestà, fosse messo a morte; anzi i feriti dava in cura alle tirolesi donne, che, e per sé, e per rispetto di Hofer gli accomodavano di ogni più ospitale servimento. Distruggeva Napoleone le patrie altrui, sdegnoso anche contro gli amici: difendeva Hofer la sua, dolce anche contro coloro che la chiamavano a distruzione e a morte.“

— Carlo Botta
citato in Massimo Viglione, Rivolte dimenticate: le insorgenze degli italiani dalle origini al 1815, Città Nuova, p. 115

Pubblicità
Anniversari di oggi
Nino Manfredi photo
Nino Manfredi11
attore italiano 1921 - 2004
Marcel Marceau photo
Marcel Marceau1
attore teatrale francese 1923 - 2007
Johann Wolfgang von Goethe photo
Johann Wolfgang von Goethe263
drammaturgo, poeta, saggista, scrittore, pittore, teolog... 1749 - 1832
Sergio Quinzio38
teologo e aforista italiano 1927 - 1996
Altri 81 anniversari oggi
Autori simili
Francesco Guicciardini photo
Francesco Guicciardini42
scrittore, storico e politico italiano
Gaetano Salvemini photo
Gaetano Salvemini11
storico, politico e antifascista italiano
Dino Compagni12
politico e scrittore italiano
Guido De Ruggiero photo
Guido De Ruggiero3
filosofo italiano