Frasi di Papa Sisto V

Papa Sisto V foto

9   0

Papa Sisto V

Data di nascita: 13. Dicembre 1520
Data di morte: 27. Agosto 1590

Sisto V, nato Felice Piergentile e a trent'anni Felice Peretti , fu il 227º papa della Chiesa cattolica dal 1585 alla morte; apparteneva all'ordine dei frati minori conventuali.


„[Appena eletto Papa] Adesso io sono Cesare.“

„Il mondo si regolerebbe da se stesso, se ciascun uomo fosse capace di regolar sé medesimo.“


„Non può dirsi felice uno, se non quando si contenta del proprio stato.“

„I prudenti devono sempre far conto di morir presto, e perciò fare al più tosto quello che devono.“

„Il far tutto il male che si può è uffizio del demonio; il non fare tutto il bene che si deve è azione da bestia.“

„Il fidarsi troppo alle speranze non è da savio, né il trascurarle: il prudente deve considerare i pericoli che per lo più si nascondono sotto la scorza della speranza.“

„Come un tempo veniva chiamato Fermo Piceno, così in altri tempi la Marca fu detta Fermana, essendo Fermo la prima Città che in questa provincia esistesse.“

„Uno scudo in borsa fa più onore di cento scudi buttati inutilmente.“

„Allo stesso modo desideriamo che sia punito con la morte qualsiasi donna arrivata a tal punto di impudicizia da congiungersi carnalmente, sapendolo, con il padre, il di lui figlio o di lui fratelli, anche se regolarmente sposata con uno di essi.“ da Motu proprio sui casi di incesto nello Stato della Chiesa

Autori simili