Frasi di Tiberio

 Tiberio foto

1   0

Tiberio

Data di nascita: 16. Novembre 42 a.C.
Data di morte: 16. Marzo 37 d.C.

Tiberio Giulio Cesare Augusto fu il secondo imperatore romano, appartenente alla dinastia giulio-claudia, e governò dal 14 al 37.

Appartenente alla gens Claudia, alla nascita ebbe il nome di Tiberio Claudio Nerone . Fu adottato da Augusto nel 4, ed il suo nome mutò in Tiberio Giulio Cesare ; alla morte del padre adottivo, il 19 agosto 14, ottenne il nome di Tiberio Giulio Cesare Augusto e poté succedergli ufficialmente nel ruolo di princeps, sebbene già dall'anno 12 fosse stato associato nel governo dell'impero.

In gioventù Tiberio si distinse per il suo talento militare conducendo brillantemente numerose campagne lungo i confini settentrionali dell'Impero e in Illirico. Dopo un periodo di volontario esilio sull'isola di Rodi, rientrò a Roma nel 2 e condusse altre spedizioni in Illirico e in Germania, dove pose rimedio alle conseguenze della battaglia di Teutoburgo. Asceso al trono, operò alcune importanti riforme in ambito economico e politico, e pose fine alla politica di espansione militare, limitandosi a mantenere sicuri i confini grazie anche all'opera del nipote Germanico Giulio Cesare. Dopo la morte di quest'ultimo, Tiberio favorì sempre più l'ascesa del prefetto del pretorio Seiano, allontanandosi da Roma per ritirarsi nell'isola di Capri. Quando il prefetto mostrò di volersi impadronire del potere assoluto, Tiberio lo fece destituire e uccidere, ma evitò ugualmente di rientrare nella capitale.

Tiberio fu duramente criticato dagli storici antichi, quali Tacito e Svetonio, ma la sua figura è stata rivalutata dalla storiografia moderna come quella di un politico abile e attento.


„Il buon pastore deve tosare le sue pecore, non scorticarle.“ in Svetonio, Vita dei Cesari – Libro III (Tiberio), passim 32

Autori simili