Frasi di Tiberio

 Tiberio foto
1  0

Tiberio

Data di nascita: 16. Novembre 42 a.C.
Data di morte: 16. Marzo 37 d.C.

Pubblicità

Tiberio Giulio Cesare Augusto fu il secondo imperatore romano, appartenente alla dinastia giulio-claudia, e governò dal 14 al 37.

Appartenente alla gens Claudia, alla nascita ebbe il nome di Tiberio Claudio Nerone . Fu adottato da Augusto nel 4, ed il suo nome mutò in Tiberio Giulio Cesare ; alla morte del padre adottivo, il 19 agosto 14, ottenne il nome di Tiberio Giulio Cesare Augusto e poté succedergli ufficialmente nel ruolo di princeps, sebbene già dall'anno 12 fosse stato associato nel governo dell'impero.

In gioventù Tiberio si distinse per il suo talento militare conducendo brillantemente numerose campagne lungo i confini settentrionali dell'Impero e in Illirico. Dopo un periodo di volontario esilio sull'isola di Rodi, rientrò a Roma nel 2 e condusse altre spedizioni in Illirico e in Germania, dove pose rimedio alle conseguenze della battaglia di Teutoburgo. Asceso al trono, operò alcune importanti riforme in ambito economico e politico, e pose fine alla politica di espansione militare, limitandosi a mantenere sicuri i confini grazie anche all'opera del nipote Germanico Giulio Cesare. Dopo la morte di quest'ultimo, Tiberio favorì sempre più l'ascesa del prefetto del pretorio Seiano, allontanandosi da Roma per ritirarsi nell'isola di Capri. Quando il prefetto mostrò di volersi impadronire del potere assoluto, Tiberio lo fece destituire e uccidere, ma evitò ugualmente di rientrare nella capitale.

Tiberio fu duramente criticato dagli storici antichi, quali Tacito e Svetonio, ma la sua figura è stata rivalutata dalla storiografia moderna come quella di un politico abile e attento.

Frasi Tiberio

„Il buon pastore deve tosare le sue pecore, non scorticarle.“

—  Tiberio
in Svetonio, Vita dei Cesari – Libro III (Tiberio), passim 32

Pubblicità

„My Lords, if I know what to tell you, or how to tell it, or what to leave altogether untold for the present, may all the gods and goddesses in Heaven bring me to an even worse damnation than I now daily suffer!“

—  Tiberius
Variant translation: What to write to you, Conscript Fathers, or how to write, or what not to write at this time, may all the gods and goddesses pour upon my head a more terrible vengeance than that under which I feel myself daily sinking, if I can tell. Letter to the Senate, from Suetonius, The Twelve Caesars, ch. 67 (cf. Tacitus, Annals, VI 6.1.)

„In a free state there should be freedom of speech and thought.“

—  Tiberius
Variant translation: In a free state, both the tongue and the mind ought to be free. From Suetonius, The Twelves Caesars, ch. 28

„Fear of this possibility in particular led Tiberius to ask the senate for any part in the administration that it might please them to assign him, saying that no one man could bear the whole burden without a colleague, or even several colleagues.“

—  Tiberius
Variant translation (by Robert Graves): "Pray assign me any part in the government you please; but remember that no single man can bear the whole burden of Empire — I need a colleague, or perhaps several colleagues." From Suetonius, The Twelve Caesars, ch. 25

„Let me repeat, gentlemen, that a right-minded and true-hearted statesman who has had as much sovereign power placed in his hands as you have placed in mine should regard himself as the servant of the Senate; and often of the people as a whole; and sometimes of private citizens, too. I do not regret this view, because I have always found you to be generous, just, and indulgent masters.“

—  Tiberius
Variant translation: Conscript Fathers, I have often said it both now and at other times, that a good and useful prince, whom you have invested with so great and absolute power, ought to be a slave to the senate, to the whole body of the people, and often to individuals likewise: nor am I sorry that I have said it. I have always found you good, kind, and indulgent masters, and still find you so. To the Senate, from Suetonius, The Twelve Caesars, ch.29

„To the governors who recommended burdensome taxes for his provinces, he [Tiberius] wrote in answer that it was the part of a good shepherd to shear his flock, not skin it.“

—  Tiberius
From Suetonius, The Twelve Caesars, III. Tiberius, Ch. 32; translation by J. C. Rolfe Latter component of the quotation often paraphrased as Boni pastoris est tondere pecus non deglubere.

Anniversari di oggi
Vinicio Capossela foto
Vinicio Capossela45
cantautore e polistrumentista italiano 1965
Errico Malatesta foto
Errico Malatesta15
anarchico e scrittore italiano 1853 - 1932
Giovanni della Croce foto
Giovanni della Croce28
sacerdote e poeta spagnolo 1542 - 1591
Peter O'Toole foto
Peter O'Toole6
attore irlandese 1932 - 2013
Altri 69 anniversari oggi
Autori simili
Lucio Elio Cesare foto
Lucio Elio Cesare1
politico romano
Publio Cornelio Tacito foto
Publio Cornelio Tacito47
storico, oratore e senatore romano
Marco Aurelio foto
Marco Aurelio64
imperatore romano
 Nerone foto
Nerone2
imperatore romano
Tito Flavio Vespasiano foto
Tito Flavio Vespasiano2
imperatore romano
 Augusto foto
Augusto8
primo imperatore romano antico
Appio Claudio Cieco foto
Appio Claudio Cieco3
politico e letterato romano
 Polibio foto
Polibio14
storico greco
Lucio Anneo Seneca foto
Lucio Anneo Seneca157
filosofo, poeta, politico e drammaturgo romano