„L'argomento di cui io mi occupo è lo Yoga: la via per coltivare il corpo e i sensi, per affinare la mente, per educare l'intelligenza fino a raggiungere la pace dell'anima che è l'essenza del nostro essere.“

—  B. K. S. Iyengar, L'albero dello Yoga, p. 7
Pubblicità

Citazioni simili

B. K. S. Iyengar photo
 Krishna photo
Pubblicità
B. K. S. Iyengar photo
Iginio Ugo Tarchetti photo
William Blake photo
Gavin Flood photo
Alfonso Varano photo

„Mente, che spazia | In corpo fral, non cape i sensi eletti | Di chi nel centro del saper si sazia.“

—  Alfonso Varano poeta e drammaturgo italiano 1705 - 1788
Visioni sacre e profane, da Per la morte di Bonaventura Barberini

Paulo Coelho photo
Jim Morrison photo
Silvio Berlusconi photo
Khalil Gibran photo

„Vivere nella mente è una schiavitù, fino a che non sia diventata una parte del corpo.“

—  Khalil Gibran poeta, pittore e filosofo libanese 1883 - 1931
da Scritti dell'ispirazione

Adrienne von Speyr photo
Patrizia Valduga photo
Ciro II di Persia photo

„[Ultime parole rivolte ai figli] Non vogliate pensare, o figli miei dilettissimi, che nel lasciare questo mondo, io cessi di essere in mezzo a voi e rientri nel nulla. Anche nel corso della mia vita non fu mai da voi veduta l'anima mia, tuttoché quanto fu da me operato fosse per voi argomento di credere che essa abitasse questo corpo. Persuadetevi della di lei esistenza anche se vi è invisibile. Per verità sarebbero inutili gli onori resi alle mute ceneri dei trapassati, se alla nostra pietà non venissero chiesti dal voto delle anime di essi, cui torna dolce di vedere conservata la propria memoria. Non crederò mai che l'esistenza dell'anima sia vincolata al corpo, e che spengasi nell'uscirne, e molto meno che inerte rimanga nel disgiungersi dall'inerte materia. Bensì che sciolta una volta dalla sostanza corporea, l'anima ritorni alla limpidezza e semplicità primitiva. In allora soltanto scintillerà il lampo della suprema intelligenza. E siccome in morte la natura dell'uomo cade in dissoluzione, ed ogni di lei elemento vediamo ritornare alla sua origine, ed ogni cosa ridursi ai principi da cui derivò: l'anima sola sì nell'atto di vestire che d'abbandonare la fragile spoglia terrena, sfugge ai nostri sensi. Osservate la morte; nulla più del sonno le rassomiglia. E tuttavia dormendo l'anima palesa la propria divina essenza, a tale punto che nella libertà dei sogni talora udiamo predire l'avvenire. Da ciò è permesso di immaginare cosa sia per divenire una essenza così sottile disciolta da ogni terreno legame. Se dunque l'anima è aspettata da tanto destino, venerate la mia quale partecipe della divinità. Se poi perisse con il corpo, voi però devoti agli Dei, che presiedono a così mirabile prodigio, non cessate di serbarmi pia ed onorata memoria.“

—  Ciro II di Persia imperatore persiano -590 - -529 a.C.
Citazioni di Ciro II, Source: Parole riportate da Cicerone in Cato Maior de Senectute, XXII.

„Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Etiam egestas wisi a erat. Morbi imperdiet, mauris ac auctor dictum.“