Frasi di Iginio Ugo Tarchetti

Iginio Ugo Tarchetti foto

66   2

Iginio Ugo Tarchetti

Data di nascita: 29. Giugno 1839
Data di morte: 25. Marzo 1869

Igino Ugo Tarchetti è stato uno scrittore, poeta e giornalista italiano. Collaborò con le testate Rivista minima, Il giornale per tutti, La settimana illustrata, Il gazzettino rosa, Il pungolo, e tentò di lanciare senza successo un periodico proprio, il Piccolo giornale.


„Tutti i mali della società dipendono da ciò, che si amano le donne o troppo o troppo poco.“

„Quando bacio il tuo labbro pro. fumato, | cara fanciulla, non posso obbliare | che un bianco teschio v'è sotto celato. || Quando a me stringo il tuo corpo vezzoso, | obbliar non poss'io, cara fanciulla, | che vi è sotto uno scheletro nascoso.“ da Memento, 1867


„Le donne non hanno un carattere proprio finché non amano; non hanno che un istinto provvidenziale di piegarsi, d'informarsi a quello dell'uomo. Per ciò esse sono quasi sempre quali gli uomini le fanno.“

„Il dolore che accompagna il morire, il rimpianto che lo segue, il desiderio che lasciamo di noi morendo sembrano dirci che una sola cosa portiamo con noi dalla terra, l'amore.“

„Gli uomini portano una maschera – le donne due.“

„Le donne non annettono teoricamente alla loro virtù un atomo di quella importanza che vi annettono gli uomini semplici e coscienziosi. Esse conoscono meglio di noi il valore di ciò che danno. È difficile che un uomo onesto possa essere tanto ammirato e desiderato da esse come un libertino.“

„La nostra società ha fatto della donna un puro strumento di piacere. Ogni donna non è considerata oggi mai che sotto questo punto di vista. Esse stesse mostrano di non considerarsi sotto un aspetto diverso. Non si pretende da esse né ingegno, né virtù, né amicizia, non si chiede che dell'amore e del piacere. Apprezzamento triste e degradante che esse tuttavia non temono, o non comprendono.“

„L'uomo può portare nei suoi affetti, nei suoi doveri, nelle sue azioni, molte forze che la natura non ha dato alla donna. Il difetto essenziale della donna è l'incompletazione, dell'uomo l'esuberanza.“


„Strana cosa! Gli uomini piangono spesso del ridicolo.“

„I giovani che non si sono trovati per gran tempo al contatto della società, a cui lo studio e il ritiro hanno conservato qualche cosa di vergine nella loro natura, concepiscono raramente degli affetti colpevoli.“

„Non vi è uomo sì abbietto, che non vi possa esser donna più abbietta di lui; non vi è uomo sì nobile, che non vi possa esser donna più nobile.“

„Diffidate degli uomini che non hanno passioni.“


„La donna è un capolavoro abortito, il grande errore della creazione.“

„L'esistenza non può essere tutta un sacrificio. La pietà non è che amore passivo, amore morto.“ p. 62

„La prudenza è la maschera dell'astuzia. – O nessuna delle due è virtù, o entrambe.“

„L'ingenuità nella donna è più pericolosa della malizia.“

Autori simili