„Ci sono tante corde pronte | tante belle finestre spalancate | e il ponte Sisto ti è così vicino: | e tu, per darti morte, hai scelto nozze.“

1971; VI, 30
Ferre potes dominam salvis tot restibus ullam, | cum pateant altae caligantesque fenestrae, | cum tibi vicinum se praebat Aemilius pons?
Satire

Estratto da Wikiquote. Ultimo aggiornamento 22 Maggio 2020. Storia
Decimo Giunio Giovenale photo
Decimo Giunio Giovenale36
poeta e oratore romano 50

Citazioni simili

Fabio Volo photo
Corrado Guzzanti photo

„Le scelte sono tante | Ognuno fa le sue | Il mostro di Milwaukee e il mostro di Rai Due!“

—  Corrado Guzzanti comico, attore e sceneggiatore italiano 1965

da Sommario
Imitazioni, Giovanni Minoli

Arthur Rimbaud photo

„Ho steso corde da campanile a campanile; ghirlande da finestra a finestra; catene d'oro da stella a stella, e danzo.“

—  Arthur Rimbaud, libro Illuminazioni

da Frasi; 1972
Illuminazioni
Variante: Ho teso corde da campanile a campanile; ghirlande da finestra a finestra; catene d'oro da stella a stella, e danzo.

Khalil Gibran photo
André Breton photo

„È forse con Dalí che per la prima volta sono state spalancate le finestre della mente.“

—  André Breton poeta, saggista e critico d'arte francese 1896 - 1966

Origine: Citato in AA.VV., Il libro dell'arte, traduzione di Martina Dominici, Gribaudo, 2018, p. 312. ISBN 9788858018330

Aldous Huxley photo
J. K. Rowling photo
Luca Zaia photo

„Il Veneto con le sue scelte di condivisione e non di coercizione, è più favorevole ai vaccini di tante altre Regioni perché l’informazione e la condivisione aumentano le adesioni, l’obbligatorietà le farà calare.“

—  Luca Zaia politico italiano 1968

Origine: Citato in Annalisa Grandi, Vaccini, Salvini: «Sto con Zaia, no a obblighi sovietici. L'Italia non sia cavia di aziende» http://www.corriere.it/salute/17_settembre_06/vaccini-salvini-sto-zaia-forza-italia-si-occupi-altro-9936eab4-9314-11e7-a8ea-58c09844946a.shtml, Corriere.it, 6 settembre 2017

Eve Ensler photo
Mario Vargas Llosa photo
Jim Morrison photo
Cristina Campo photo

„Ho tante tante cose da dire! Quasi direi da salvare: tutta la tragica bellezza di ciò che è passato in noi e vicino a noi – cose che io sola sento di aver visto e sentito fino alla sofferenza e che assolutamente non devono morire. «Rapisci la luce alle fauci del serpente»… Ti ricordi di Glavina? Ora mi sembra che il puro insegnamento di Carossa sia la mia guida.“

—  Cristina Campo scrittrice, poetessa e traduttrice italiana 1923 - 1977

Il mio pensiero non vi lascia
Origine: Soldato che Hans Carossa ricorda, ponendone la figura in forte rilievo, nel suo Diario di guerra. In una lettera dal fronte Glavina scrive: "[...] Sì; se andiamo in cerca di fatiche e pericoli, così come ci vengono incontro, ci prepariamo per fatiche più nobili, pericoli più reali. Io sono come un uomo d'azione che non conosce ancora la sua azione. «Rapisci la luce alle fauci del serpente!» Qual'è la voce che mi grida a volte queste parole nel sonno profondo?"(nota di diario del 16 ottobre 1916, p.28 del Diario di guerra di Hans Carossa); da Hans Carossa, Diario di guerra, traduzione di Anita Rho, Sperling & Kupfer, 1941
Origine: Dalla lettera al padre del 2 novembre [1943] Ore 8, p. 12.

Sándor Márai photo

Argomenti correlati